fbpx
Tech Breaking News

Ufficiale: NVIDIA ha acquistato ARM per ben 40 miliardi di dollari!

NVIDIA compra ARM per 40 miliardi di dollari

Dopo mesi di rumor e report dai maggiori media internazionali, ora è ufficiale: NVIDIA ha acquistato ARM per 40 miliardi di dollari.

L’interesse di NVIDIA per il mercato CPU da tempo non era più nascosto, e il desiderio (o forse più necessità, dati i numerosi debiti) da parte di SoftBank di vendere il produttore di semiconduttori britannico ARM a qualche azienda del settore era sempre più crescente. Il gigante verde delle schede grafiche, che due settimane fa ha annunciato la nuova serie RTX 3000, allora ha deciso di muoversi e acquisire l’azienda per un accordo senza precedenti.

ARM e NVIDIA, 40 miliardi di dollari per quale futuro?

Con un comunicato ufficiale sul suo blog Nvidianews, NVIDIA ha annunciato che ha raggiunto un accordo definitivo con SoftBank Group Corp. per l’acquisizione completa di ARM: la transazione dovrebbe concludersi entro 18 mesi, dopo i dovuti controlli dagli organi regolatori di Cina, Regno Unito, USA e UE. Come dichiarato dal fondatore e CEO Jensen Huang:

“L’intelligenza artificiale è la tecnologia più potente del nostro tempo e ha lanciato una nuova era dei computer. Negli anni a venire trilioni di PC con AI creeranno un nuovo mondo IoT migliaia di volte più grande dell’attuale rete. L’acquisizione di ARM ci permetterà di crescere nel settore e affermarci sul mercato.”

ARM CPU per smartphone

L’idea di NVIDIA è infatti quella di sfruttare le conoscenze di ARM e del team guidato da Simon Segars, unendo le capacità di calcolo AI con l’ecosistema CPU del produttore di Cambridge; l’obiettivo è quello di far progredire il mondo cloud, smartphone, PC, auto a guida autonoma e della robotica, espandendo le nuove tecnologie ovunque. Ancora, Huang ha dichiarato che NVIDIA costruirà un supercomputer AI all’avanguardia per attrarre ricercatori e scienziati da tutto il mondo per condurre un lavoro rivoluzionario nel prossimo centro tecnologico mondiale.

Infine, ARM continuerà a mantenere il suo modello open source e neutrale con i clienti già consolidati, dunque Apple e i vari partner nei mercati di smartphone, tablet e PC possono stare tranquilli. Per ogni dettaglio ulteriore riguardo l’accordo raggiunto tra i due colossi del mondo tech, basta consultare il post ufficiale nel blog NVIDIA.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments
Tags

L'autore

Francesco Santin

Studente di Scienze Internazionali e Diplomatiche, ex telecronista di Esports, giocatore semi-professionista e amministratore di diversi siti e community per i quali ho svolto anche l'attività di editor e redattore.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!