fbpx
Tech

Huawei sempre più lontana dallo sviluppo del 5G nel Regno Unito

Huawei e il 5G in Inghilterra

Dopo un mese dai primi segnali, il Regno Unito avrebbe deciso ufficialmente di distaccarsi da Huawei per lo sviluppo del 5G.

Gli ultimi provvedimenti visti negli Stati Uniti, ovvero il prolungamento del ban per l’azienda di Shenzhen e le dichiarazioni della FCC che hanno definito Huawei una “minaccia per la sicurezza nazionale”, hanno influenzato pure il governo di Boris Johnson. In un report trapelato online grazie a The Telegraph, il colosso cinese è stato ulteriormente “condannato” e potrebbe dunque sparire dal territorio britannico.

Huawei è “molto più” di un pericolo alla sicurezza nazionale?

Il report stilato dal Centro Nazionale per la Cybersicurezza del GCHQ ha stabilito che le restrizioni e sanzioni statunitensi a Huawei verranno ora approfondite maggiormente per determinare se l’infrastruttura di rete britannica è altrettanto in pericolo. Secondo alcune fonti citate da Bloomberg, Boris Johnson starebbe addirittura pensando di abbandonare l’azienda cinese e togliere ogni antenna o equipaggiamento già installato o utilizzato nel paese.

La pressione degli Stati Uniti in effetti si era già fatta sentire un anno fa, quando Donald Trump avvertì il Ministro degli Esteri Jeremy Hunt di stare “molto attento” con Huawei. In caso di sviluppo positivi tra l’azienda e il Regno Unito, il Presidente degli Stati Uniti si era anche dichiarato propenso a chiudere i rapporti tra i due paesi.

Huawei è al corrente di questo report e ha già provveduto a rispondere a Bloomberg:

“Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri clienti per riuscire a gestire le restrizioni statunitensi e garantire all’Inghilterra la leadership nel 5G. Crediamo che sia troppo presto per determinare l’impatto delle sanzioni proposte, che non riguardano la sicurezza ma la posizione nel mercato.”

Il dubbio allora è lecito: quanto è legato effettivamente questo problema alla sicurezza, e quanto è importante il ruolo coperto dall’azienda nel mercato tecnologico?

5G Huawei UK

La vittoria dei conservatori

Ora comunque i conservatori potranno gioire, dato che il loro obiettivo di togliere di mezzo le tecnologie Huawei dall’infrastruttura 5G inglese entro il 2023 ormai è praticamente realtà. Forse non saranno così tanto felici gli operatori e providers britannici, come anche i clienti in attesa di questa nuova tecnologia.

Sarà interessante osservare l’evoluzione della vicenda, che come sempre presenta dei risvolti particolari. L’Italia, per esempio, in seguito alle pressioni di Trump aveva visto un astio crescente da parte soprattutto della Lega ma anche del COPASIR, il quale aveva deciso con documento ufficiale di voler escludere Huawei dallo sviluppo del 5G nel Belpaese.

FONTE

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

L'autore

Francesco Santin

Studente di Scienze Internazionali e Diplomatiche, ex telecronista di Esports, giocatore semi-professionista e amministratore di diversi siti e community per i quali ho svolto anche l'attività di editor e redattore.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!