fbpx
Videogames Curiosità

Studente arrestato per aver minacciato di far esplodere la sede Konami

Konami

Ragazzo giapponese arrestato per aver minacciato la sede principale di Konami

Pochi giorni fa, a Tokyo, uno studente del secondo anno scolastico è stato arrestato dalla polizia locale per aver minacciato di far esplodere la sede principale di Konami. 

PES2020

Yomiuri, un quotidiano pubblicato in varie città giapponesi, ha riportato che il sospettato, dall’età di appena 16 anni, è stato accusato di aver minacciato lo studio tra il 16 e il 18 giugno mediante la sezione di recensioni dell’app store online di PES.

“Farò saltare in aria il quartier generale di Konami e ucciderò le persone che lavorano in Konami”. Sono queste le parole dette dal sospettato.

Il ragazzo in questione non è un terrorista e sulla carta non presenta alcun precedente. Egli stesso ha raccontato di essersi semplicemente arrabbiato a seguito di un bug riscontrato nel gioco calcistico, agendo di conseguenza preso da uno scatto di ira.

Senza ombra di dubbio il ragazzo ha agito in modo errato, ma voi cosa ne pensate? I provvedimenti presi dalla polizia giapponese son corretti? Fatecelo sapere con un commento!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

Facebook Comments
Tags

L'autore

Alberto Scuderi

Nato il 30 Marzo 2001, son cresciuto a pane e computer, accompagnato crescendo dalla mia fedelissima Xbox. Adesso sfrutto le mie conoscenze videoludiche per fingermi un giornalista sperando un giorno di poterne fare un lavoro, ma la passione che mi porto da sempre non è svanita.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!