fbpx
Tech

TikTok, WeChat e altre 57 app bloccate dal governo indiano

TikTok

Il governo indiano ha deciso di bloccare 59 App di origine Cinese per motivi politici. Narendra Modi: “è per salvaguardare gli interessi degli indiani”

Il Primo ministro Indiano Narendra Modi, ha annunciato il divieto di utilizzo per 59 applicazioni cinesi, tra cui Tiktok, WeChat, UC Browser, Clash of Kings, Shein, Parallel Space e molte altre ancora con una mossa che egli ha definito “necessaria per salvaguardare gli interessi degli utenti mobili indiani“.

Nessuna delle app nella lista che vi abbiamo mostrato è identificata come “cinese” nel comunicato stampa rilasciato, né il governo ha rivelato il motivo per cui questa necessità di “salvaguardare” gli utenti si sia manifestata subito dopo lo scontro con le truppe cinesi a Galwan, Ladakhdove 20 soldati indiani sono stati uccisi in azione – e non prima.

Nuova Delhi considera le app cinesi come “impegnate in attività che pregiudicano la sovranità e l’integrità dell’India, la sua difesa interna, la sicurezza dello Stato e l’ordine pubblico”.

Non è la prima volta che TikTok finisce nel mirino degli indiani, proprio qualche settimana fa l’applicazione è stata bombardata di recensioni negative dagli utenti indiani a causa di alcuni screzi con uno streamer.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments
Tags

L'autore

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Twitch!

Canale Offerte Telegram!