fbpx
Anime & Manga Recensione

THE KING’S AVATAR – Recensione

THE KING’S AVATAR – Recensione

The King’s Avatar (in originale Quanzhi Gaoshou) è un donghua (molto più semplicemente anime) di produzione cinese del 2017, basato sulla light novel scritta da Hu Dielan.

L’anime per ora è composto da una serie di 12 episodi, tre special e un film. Per il 2020 è prevista la seconda serie.

Nel seguente articolo parlerò della prima serie e dei tre ONA, sequel di quest’ultima, usciti come special (in originale intitolati Quanzhi Gaoshou Tebie Pian). La recensione del film la potete trovare qui.

L’anime è targato G.CMay Animation & Film (già autori di altri anime cinesi quali Cupid’s Chocolates e Mo Dao Zu Shi), e prodotto da bilibili, Tencent Penguin Pictures e China Literature Limited.

I tre special hanno avuto un cambio di staff e quindi anche di character design. Non sono più targati studio G.CMay Animation & Film, e hai produttori si aggiunge Colored-Pencil Animation Design.

Ovviamente tutto il brand è inedito in Italia, quindi recuperabile tramite fan sub.

the king's avatar

Lato tecnico

The King’s Avatar

L’anime è doppiato in mandarino e forse all’inizio potrà dar fastidio, ma dopo poco, se siete già abituati a guardare gli anime in originale giapponese, non sarà un problema abituarcisi.

La serie così come gli special vantano un buon comparto sonoro, con effetti audio ed ost ben fatte, anche se niente di speciale o memorabile, ma adatte ad accompagnare le scene di combattimento.

In poche parole, un comparto che non è niente di spettacolare, ma che fa il suo lavoro.

Per quanto riguarda le animazioni, trovo che siano ben fatte, nonostante alcuni escamotage che la produzione ha usato per evitare di fare nuove animazioni per ripetere gli stessi movimenti, riutilizzando quelle già usati in precedenza.

Durante le scene ambientate in città, quindi non ambientate nel videogioco, alcuni personaggi sembrano muoversi in maniera un po’ legnosa, senza poi dimenticare alcuni orribili modelli 3D dei passanti messi in secondo piano, o dei veicoli che passano.

Una cosa comprensibile visto che quando uscì nel 2017, la prima serie non aveva alcun tipo di cerchia di fan a parte chi già conosceva la novel da cui è tratta.

Nonostante tutto mi sento di dire che comunque le animazioni sono ben fatte, sopratutto quelle durante le scene di combattimento all’interno di Glory, su cui si vede lo staff ha puntato di più, riuscendo a mio avviso nell’intento.

Opening ed ending dimenticabili.

The King’s Avatar Special

Come detto in precedenza, gli special hanno avuto un cambio di staff, non avendo più come studio la G.CMay Animation & Film (per lo meno, così pare su MyAnimeList), tuttavia i produttori hanno investito parecchio, e i tre special hanno avuto un vero e proprio restyling grafico.

Il character design, in bene o in male, è cambiato. Molti potranno vederlo migliorato, e senza alcun dubbio sotto molti aspetti è così, tuttavia ci sono rimasto un po’ male quando mi si sono presentati davanti alcuni personaggi che ho fatto fatica a riconoscere.

È stato un po’ come rivedere un vecchio amico dopo tanto tempo. Capisci che è lui, ma su un primo momento sei un po’ spaesato. Poi francamente io personalmente preferivo il vecchio character della G.CMay Animation & Film, ma tant’è.

Nonostante tutto, il comparto tecnico risulta migliorato sotto quasi ogni aspetto, dalle animazioni dei personaggi nelle loro vesti da cittadini, fino alle movenze degli avatar all’interno di Glory, entrambe decisamente più fluide, per non parlare poi dei nuovi effetti speciali.

I doppiatori sono per fortuna rimasti invariati rispetto alla serie. Opening ed ending anche qui dimenticabili.

the king's avatar

Trama in sintesi

In The King’s Avatar, faremo la conoscenza del venticinquenne Ye Xiu, videogiocatore professionista agli Esports di Glory.

Glory è il più famoso MMORPG e si prepara ad aprire il suo decimo server.

Dopo dieci anni di carriera nel team degli Excellent Era, Ye Xiu (conosciuto come Ye Qiu nel mondo di Glory), viene amaramente scaricato dal suo team nonostante le sue ancora ottime abilità come videogiocatore.

Obbligato per contratto a non rientrare nel mondo degli Esports per almeno un anno e mezzo, Ye Xiu non si arrende, e dopo dieci anni passati col suo amato avatar One Autumn Leaf, conosciuto come Battle God, decide di ricominciare da zero con un nuovo avatar, che chiamerà Lord Grim.

Non aggiungo altro e lascio a voi scoprire il seguito.

the king's avatar
the king’s avatar

The King’s Avatar Special

Onda evitare di far spoiler sulla prima serie vi dico solo che nei tre speciali, saremo partecipi al sesto torneo All Star di Glory, dove sette giocatori non professionisti potranno sfidare i professionisti.

Vedremo anche i capitani dei vari team degli Esports essere sfidati dai principali successori.

the king's avatar

In conclusione

Una trama che per quanto semplice, riesce ad immergere lo spettatore nel mondo degli Esports e alle difficoltà che implica entrarvici ed uscirvene.

Tecnicamente vediamo un crescere da serie, a special, per finire al film, che graficamente rimane sbalorditivo, e nel caso siate interessati ad approfondire quello che secondo me è il punto più alto del brand, vi invito a rimanere aggiornati sempre qui su DrCommodore.it dove presto uscirà anche la recensione (sempre non spoiler) del film, intitolato The King’s Avatar for the Glory.

Vi invito infine ad andare a recuperarvi questa piccola chicca cinese che in pochi conoscono e che secondo me meriterebbe un’occhiata in più, anche solo per i meri combattimenti che la serie ci offre.

Consigliato agli amanti dei videogiochi, degli shonen e degli Esports.

P.s. Cosa che sconsiglio, ma se proprio proprio non vi piace la serie, date almeno una possibilità al film. Con i suoi combattimenti sono sicuro saprà conquistarvi. Ovviamente, se poi nel caso cambiaste idea e decidiate di recuperare anche la serie e i tre special, sappiate che ci saranno alcuni spoiler.

A vostro rischio e pericolo.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Se siete interessati ad anime e manga seguiteci sui nostri social dedicati: Facebook e sul canale Youtube!

Facebook Comments

Twitch!

Canale Offerte Telegram!