Dr Commodore
LIVE

Il Signore degli Anelli: alcune curiosità che forse non sapevi

Questa sera andrà in onda su Canale 5 il primo film del Signore degli anelli di Peter Jackson, ecco alcune curiosità sulla trilogia che forse non sapevi.

La trilogia

  • Il Signore degli anelli doveva essere diviso inizialmente in due parti soltanto ma Peter Jackson si oppose, chiedendo la metà del budget e di occuparsi lui stesso degli effetti speciali con la sua casa di produzione, tutto ciò ad una sola condizione, quella di svilupparlo in tre film che furono successivamente girati tutti insieme. 
  • La sera stessa della Premiere mondiale Peter Jackson girò a casa sua le ultime scene di Gollum. 

Curiosità sul cast

  • Uno dei protagonisti del Signore degli anelli é Aragorn  che doveva essere interpretato da Russell Crowe ma ha rifiutato perché il personaggio si avvicinava molto a quello di Massimo Decimo Meridio quindi subentrò Viggo Mortensen che non aveva mai letto i libri e accettò soltanto perché suo figlio era un fan di Tolkien.

  • L’unico attore che ha conosciuto Tolkien in persona è Christopher Lee. 
  • Nella versione estesa de “Le due Torri”, c’è la scena di Grima Vermilinguo che pugnala Saruman alle spalle. Peter Jackson insistette molto nel girare la scena in maniera realistica e chiese all’attore di immaginare la faccia di qualcuno che venisse pugnalato, Christopher Lee lo tranquillizzò dicendogli che sapeva bene come fosse l’espressione di un uomo che veniva pugnalato alle spalle. 

    L’attore infatti aveva fatto parte delle forze speciali britanniche.

 

  • Durante le riprese de “Le due Torri” Viggo Mortensen tirò un calcio all’elmo di un uruk-hai emettendo un grido straziante di dolore e il regista lasciò questa parte non rendendosi conto inizialmente che il grido di dolore era reale perché Mortensen si era rotto l’alluce.
  • Per il ruolo di Gandalf era stato contattato Sean Connery e gli avevano offerto una percentuale dell’incasso come cachet ma lui rifiutò, perdendo l’occasione di diventare l’attore più pagato nella storia del cinema. 
  • L’attore che interpreta Gimli è l’attore più alto del cast, per far si che fossero rispettate le misure filmiche tra hobbit e non, Peter Jackson utilizzò non solo un sacco di controfigure ma anche la tecnica della prospettiva forzata, attaccando un pezzo di scenografia alla camera da presa.

  • Peter Jackson perse molti kg perchè andava in bici da un set all’altro, interamente realizzato in Nuova Zelanda.

Cameo nei film

Nella trilogia de Il Signore degli anelli troviamo alcuni cameo:

  • I figli del regista compaiono come Cameo e interpretano rispettivamente due hobbit bambini durante la festa di compleanno di Bilbo. 
  • Peter Jackson ha dei propri cameo in tutti e tre i film:

ne “La compagnia dell’anello” interpreta un vagabondo che passa davanti alla telecamera mentre mangia una carota mentre gli hobbit entrano a Brea ;

in“Le due Torri”  è un soldato di Rohan durante la battaglia del fosso di Helm;

ne “Il ritorno del Re” è presente solo nella versione estesa e interpreta un corsaro di Umbar che viene trafitto da una freccia di Legolas.

  • Il film è entrato nella storia del cinema perché la scenografia è stata realizzata con delle miniature, pratica inusuale in generale nel cinema.

Bonus

Tutte le comparse che girarono la battaglia del Fosso di Helm nel Signore degli Anelli , si fecero una maglietta con su scritto ‘sono sopravvissuto al Fosso di Helm’ e ancora oggi capita nella nuova Zelanda di incontrare gente con questa maglietta.

E voi commodoriani conoscevate queste curiosità? Sappiamo che ce ne sono un’infinità quindi se ne conoscete altre potete scriverle nei commenti!

Leggi anche: svelati i primi 15 attori della serie del Signore degli Anelli di amazon prime video.

Fonte: contenuti speciali dei DVD “Signore degli anelli”.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

 

Articoli correlati

Cristina Nifosi

Cristina Nifosi

Cristina, 24. Ho una crush infinita per Chris Evans.

Condividi