Dr Commodore
LIVE

Alessandro Borghi spiega perchè è stato doppiato in Diavoli

La serie firmata Lux Vide e Sky è sbarcata su Sky Atlantic solo il 17 aprile ma ha riscontrato già parecchio successo anche se molti si sono accorti che il protagonista Alessandro Borghi, non ha la sua voce.

Alessandro Borghi interpreta Massimo Ruggiero nella serie Diavoli tratta dal romanzo di Guido Maria Brera. Le vicende narrate ruotano attorno ad una cospirazione finanziaria mondiale scoperta da un gruppo di uomini d’affari di una grande banca d’investimento.

Le prime puntate sono già andate in onda su Sky Atlantic ma i clienti Sky che usufruiscono del servizio da più di tre anni hanno avuto un’anteprima mondiale.

Alessandro Borghi è affiancato da Kasia Smutniak e Patrick Dempsey, storico attore che ha abbandonato il camice di Grey’s Anatomy da diversi anni; lui interpreta Dominc Morgan nonchè il direttore di una delle banche più potenti del mondo.

La scelta del doppiaggio

Per chi ha conosciuto Alessandro Borghi con Suburra o ancora con Sulla mia pelle’sa bene che non è la sua voce ma quella del doppiatore Andrea Mete (doppiatore di Chris Pratt, Sam Caflin, Liam Hemsworth, Joseph Gordon Levitt

La scelta di non doppiarsi da solo è una scelta singolare, molti attori italiani scelgono di dare la propria voce al proprio personaggio, ma Borghi ha spiegato anche il perché con un post su Instagram:

“Questo è il primo teaser di DEVILS, ed è in inglese.

Questo per dirvi che la mia voce italiana, nei DIAVOLI, non sarà la mia.”

ha scritto allegando il primo teaser della serie.

“Già, ho deciso alla fine di non volermi doppiare.

Ci sono un po’ di pensieri dietro, ma provo a condividere con voi quelle che sono secondo me le ragioni principali.

1- Mi piacerebbe sapervi tutti davanti alla tv a selezionare la modalità “lingua originale con sottotitoli”, quello che farei io, per poter apprezzare davvero, o magari no, il lavoro che è stato fatto in questa serie, fatta di parole chiave, sfumature, cose piccole, finanza sì, ma soprattutto tanto cuore, tutto fortemente connesso alla lingua in cui è stata girata.

2- Non sono un doppiatore, c’è chi questo lavoro lo fa in maniera eccellente, molto meglio di come avrei potuto fare io, come il mio amico Andrea Mete, soprattutto in un contesto dove tutti gli attori, essendo stranieri, sarebbero stati doppiati da chi questo mestiere lo fa sul serio.

Avrei sentito la differenza, e l’avreste sentita anche voi.”

Queste sono le motivazioni che hanno spinto Borghi a farsi doppiare da una delle voci più potenti che abbiamo nel panorama del doppiaggio italiano.

“Quindi, potete scegliere, se fare un piccolo sforzo e ascoltare la mia voce, o vederla in italiano e godervi comunque un grandissimo lavoro.” 

ha concluso poi invitando tutti a guardare la serie di punta che sta facendo chiacchierare tutti.

Condividete la scelta di Borghi?

Il trailer di Diavoli

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Articoli correlati

Cristina Nifosi

Cristina Nifosi

Cristina, 25.

Condividi