Dr Commodore
LIVE

Casapound: Smentita la partecipazione di Yamato Video

In queste ultime ore, un post di Casapound risalente al 28 febbraio ha causato una forte discussione nella community nerd. Il 6 marzo, nella sede romana del movimento di estrema destra, si terrà infatti un incontro dedicato all’animazione giapponese in cui sarà presente, tra gli altri ospiti, il socio fondatore di Yamato Video Marco Turconi. A questo proposito, l’editore milanese ha specificato sulla propria pagina facebook che la presenza di Turconi non sarà rappresentativa dell’azienda, che invece rifiuta la condivisione ideologica di qualsiasi fede politica.

Il legame tra Casapound e gli anime non è una novità: nella loro sede, ad esempio, campeggia un’immagine enorme di Captain Harlock, spesso identificato come un simbolo dagli aderenti al movimento.
Da un punto di vista personale, noi di DrCommodore crediamo che la libertà di opinione debba consentire a chiunque di discutere di qualunque cosa, senza limiti dovuti al credo politico.

Ci sentiamo però in dovere di specificare che, tanto per questa ideologia come per tutte le altre, è sbagliato appropriarsi di una serie o di un personaggio per sostenere le proprie tesi. L’animazione giapponese nasce da un’occupazione americana che, pur avendo oppresso i valori nazionali, ha comunque lasciato un’influenza fortissima rivedibile ad esempio negli occhi dell’iconico Astro Boy, che Tezuka ha rubato a Bambi. La libertà inseguita da Harlock non è legata ad un luogo, ad una nazione, ma appartiene a tutti noi. E in quanto tale, è giusto che anche Casapound possa discutere di anime e manga, rispettandone l’apoliticità.

 Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Inoltre continuate a seguire gli aggiornamenti su Anime e Manga nei social ufficiali dedicati: InstagramGruppo e canale Youtube!

Appartiene a tutti, non solo a Casapound ma anche a chi potrebbe professarsi come un fascista di merda

Articoli correlati

Condividi