fbpx
Curiosità News Videogames

Risultava scomparso da 45 giorni, in realtà si era chiuso a chiave in un hotel per giocare a Call of Duty e Fortnite

Un uomo di origine bulgara, ma residente in Giappone, era stato dichiarato scomparso ed è stato ritrovato dopo 45 giorni chiuso a chiave in una stanza d’hotel per videogiocare

Quante volte avete avuto il desiderio di isolarvi da tutto solo per potervi dedicare un po’ ai videogame? Ecco un uomo bulgaro residente in Giappone l’ha fatto in una maniera molto estrema. Quest’uomo, infatti, si è chiuso a chiave in una camera d’hotel per 45 giorni per dedicarsi ai videogiochi. Il ragazzo, però, era ricercato, in quanto i colleghi di lavoro non lo vedevano da diversi giorni appunto. Alla fine la polizia è riuscito a rintracciarlo e ad avvisare i famigliari dell’uomo. Il padre dell’uomo, di 70 anni, è volato in Giappone e ha dato un calcio alla porta dell’hotel per recuperare suo figlio.

Volete saperne di più sulle dipendenze legati al mondo del videogame? Cliccate qui

A quanto pare, il soggetto, era da diverso tempo che lottava con una dura dipendenza dai videogiochi che l’aveva portato al totale isolamento. Dopo questa pesante ricaduta è stato poi visitato da specialisti che lo hanno aiutato a tornare al lavoro. Non era il primo episodio di questo genere. A quanto pare l’uomo era già stato in una comunità di recupero a causa di problemi con cocaina e gioco d’azzardo. Il superare queste dipendenze, però, aveva indotto la dipendenza per i videogame, in particolare per Call of Duty e Fortnite.

L’uomo era stato curato dalla specialista Tony Marini al Castle Craig Hospital nel Peeblesshire, in Scozia. È stato proprio Marini a rendere nota la vicenda dell’uomo. Chi è intervenuto sulla scena ha trovato davanti a se una scena inquietante. L’uomo aveva smesso di usare il bagno e aveva iniziato a urinare in bottiglie vuote in modo da non dover smettere di giocare.

Commodoriani che ne pensate di questa storia? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"