fbpx
News Ps4 Videogames

Marvel’s Spider-Man: Come rompere il gioco con una palla da basket

GameStop

Marvel’s Spider-Man, fare un canestro potrebbe rompere il gioco

Da quando è approdato sulle nostre console, abbiamo parlato a lungo di Marvel’s Spider-Man, titolo di Insomniac dedicato all’Arrampicamuri più famoso del mondo dei fumetti. Abbiamo visto gli incredibilmente geniali easter eggs, come quello dedicato agli 883 che ha fatto il giro del web. Oggi invece vi parliamo di come un semplice canestro possa rompere il gioco in maniera imprevedibile – o quasi – . Lo youtuber Reetae27 ha infatti eseguito un vero e proprio studio in merito alla fisica della palla da basket e cosa comportasse lo spostamento della stessa all’interno del mondo di gioco. Suo malgrado, ha scoperto come fosse possibile non solo muovere la palla, ma farla rimbalzare, volare e addirittura moltiplicare. E quindi, cosa fare se non tentare un leggendario canestro?

Marvel's Spider-Man

Questo è proprio quello che ha fatto Reetae che è riuscito a fare qualcosa che non era minimamente previsto dagli sviluppatori. Con il suo gesto epico, lo youtuber ha dato il via alla ricerca delle azioni più strampalate da poter fare con la palla da basket. Insomma, un vero e proprio delirio che di seguito vi proponiamo in caso vogliate gustarvi le gesta di questo eroe dell’internet.

Che dire, più il tempo passa più ci rendiamo conto di quante chicche, volute e non volute, siano presenti in questo titanico gioco di Insomniac Games. E voi, proverete a fare canestro con Peter Parker? Fatecelo sapere!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Antonio Maddaluno

Cresciuto a pane e videogames, con la passione per la musica ed il cinema.
Fin dalla mia prima console, la Playstation 1, ho capito che sarebbe stato amore eterno. Sono convinto che i videogiochi siano arte e lotterò sempre per difendere questa definizione.
Mi hanno detto che nella vita sarei potuto diventare quello che volevo , ecco perchè adesso scrivo per DrCommodore.it