fbpx
Film/Serie Tv News

Joker: Jared Leto deluso e irritato per essere stato escluso dal film

joker

Diversi già i record infranti e numerosi i cuori conquistati dei fan inizialmente titubanti. Nonostante gli attriti iniziali, manifestati da chi diffidava sulla riuscita di un film stand alone sul Joker, ad oggi possiamo dire che l’esperimento di Todd Phillips è stato un successo in piena regola. Joaquin Phoenix ha accettato di calarsi nelle vesti di un ruolo complesso e iconico, conquistandosi di fatto uno scontatissimo biglietto per una sonora candidatura agli Oscar.
Un travolgente mare di gioia e di euforia, che non è stato però in grado di coinvolgere una persona in particolare: Jared Leto. Stando ad un articolo dell’Hollywood Reporter, il front-man dei Thirty Second to Mars si è sentito quantomeno deluso e irritato per l’esclusione del suo Joker dagli schermi.

joker

Una mossa, quella di Warner, sicuramente comprensibile. Nonostante l’Oscar al trucco e il successo di botteghino, possiamo considerare Suicide Squad un fiasco a tutti gli effetti. Reduce da una pellicola che non è stata in grado di accontentare nessuno insieme ad una presenza a schermo pressoché misera, quella di Leto è forse ricordata come la meno riuscita interpretazione di Joker in assoluto. Era dunque imperativo distanziarsi, anche perché sembra ormai chiaro che per i supereroi DC sia prevista una strada decisamente più “autoriale”.

Nonostante il comprensibile dispiacere di Leto, non possiamo nascondere di essere felici così. Dopo una grandissima carriera è forse arrivato il momento per Joaquin Phoenix di accaparrarsi quei maledetti riconoscimenti che sicuramente meritava da parecchio tempo.

Voi cosa ne pensate? Avreste preferito vedere nuovamente Jared Leto nei panni di Joker? Ditecelo nei commenti!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Lorenzo Marcoaldi

Cinefilo e videogiocatore incallito, non perdo mai l'occasione di andare al cinema.
Appassionato del cinema riflessivo di Villeneuve e quello parodistico di Edgar Wright, considero la trilogia del cornetto un monito da contemplare saltuariamente.