fbpx
Giochi da tavolo Recensioni

Enigmi e codici per fuggire: Escape Room – Il gioco

Ritrovarsi intrappolati non è mai una gran bella sensazione, soprattutto quando si hanno i minuti contati. Il ticchettio di un orologio che scandisce ogni secondo e una serie di codici da trovare per poter avere salva la pelle sono i giusti elementi per una classica ambientazione thriller, pronta per i vostri tavoli. Benvenuti nelle terribili ed enigmatiche stanze di Escape Room – Il gioco, edito in Italia da Cranio Creationsuna serie di escape room da tavolo dalla durata di 60 minuti ciascuna, per 1-6 giocatori.

Il nostro video Unboxing per Escape Room- Il gioco, lodate il Grande Cranio!

Una scatola supersegreta

Escape Room – Il gioco si presenta diverso dalle solite escape room da tavolo a partire dalla confezione, con delle dimensioni importanti rispetto alla media. Una gran bella scatola chiusa ermeticamente che scopriremo contenere diverse sorprese. Primo tra tutti il fantastico Chrono Decoder, il principale strumento del gioco che ci sarà essenziale in ognuna delle quattro avventure contenute nella scatola; un decoder dalle molteplici funzionalità, tutt’altro che buttato lì per mero gusto estetico. Grazie alle sue varie tabelle di codici presenti su tutta la sua superficie, permette di risolvere alcuni degli enigmi del gioco.

Buste sigillate e chiavi di codice

Una volta rimosso il decoder dalla scatola, saltano fuori ben quattro diverse buste, ciascuna con all’interno gli elementi necessari per affrontare i vari casi. Questi, di difficoltà via via incrementale, sono un po’ più ridotti in termini di dimensioni rispetto al decoder: parliamo di tre ulteriori buste per ogni caso che andranno a scandire le altrettante fasi nei nostri tentativi di fuga, dal contenuto abbastanza limitato ed essenziale, ma molto vario da caso a caso. La componentistica cartacea, sebbene minima, è ottimamente personalizzata, ben visibile e quindi molto funzionale anche con più giocatori al tavolo. Infine troviamo le chiavi da inserire nel decoder quando avremo trovato il codice per accedere alla parte successiva dell’enigma che sembrano ricordare qualche passe-partout da agente segreto.

Cosa possiamo dirvi… e cosa no!

Come ogni gioco del genere, anche Escape Room – Il gioco è soggetto al rischio spoiler, per cui non potremo svelarvi più di tanto sui vari casi, ma ciò che di sicuro possiamo dirvi è che il livello generale degli enigmi è più che buono. I primi due casi, indubbiamente più semplici, potrebbero lasciarvi un po’ dubbiosi ma bisogna prenderli anche per quelli che sono, una sorta di casi-guida. Con l’andare avanti infatti la difficoltà aumenterà esponenzialmente, non al punto da risultare impossibile (anche grazie ai suggerimenti che potrete usare a vostra discrezione), ma il livello di sfida risulterà decisamente soddisfacente.

Puzzle, parole crociate, sudoku e componenti personalizzate

Si passerà da risoluzioni enigmistiche a ragionamenti di pensiero laterale raramente banali, con un’ottima variabilità tra i casi che richiederanno approcci a volte molto diversi. In alcuni casi sembrerà di avere a che fare con delle classiche pagine della Settimana Enigmistica precompilate, per poi scoprire esserci qualcosa di nascosto tra quelle righe. In altri invece dovremo avere un approccio più pragmatico, con origami, carte a scorrimento e specchiate e tanti altri elementi unici. Non mancheranno prove in cui sarà necessario aguzzare la vista, cosa facilitata dagli ambienti rappresentati bene e soprattutto in grande.

Il nostro provato, le nostre riflessioni

Quello che ci ha colpito di Escape Room – Il gioco è senza alcun dubbio la componentistica unica per il suo genere, facendo un confronto con i vari titoli competitors. È chiaro che il suo punto di forza sta proprio nell’importante presenza di Chrono Decoder, chiavette e fustelle (sebbene in carta) personalizzate fin nel minimo dettaglio. Mentre altri ricorrono alle classiche carte con disegni e rappresentazioni, questo titolo favorisce una maggiore immersione e un’esperienza quasi simulativa. Unico neo, a nostro parere, la necessità di batterie stilo da utilizzare per il decoder ma ahimè non crediamo si potesse risolvere diversamente la questione. Un’app avrebbe potuto forse fare lo stesso lavoro ma si sarebbe perso il feedback tattile che caratterizza il gioco; armeggiare con le chiavette e osservare il timer in LED ci ha fatto sentire come degli agenti segreti, dei fuggitivi, o semplicemente in gravissimo pericolo. Inserire l’ultimo codice prima dello scoccare dei 60 minuti è stato sempre un gran sollievo!

Piccoli nei, ma non troppi

Come ogni escape room, questo Escape Room – Il gioco soffre purtroppo del grave problema della rigiocabilità nulla. Sarà difficile intavolarlo di nuovo una volta terminati i quattro casi inclusi nella scatola; ma non temete Cranio Creations è già al lavoro per la traduzione di nuovi casi d’espansione! Il costo è tutto sommato contenuto (35€ circa) se consideriamo i componenti personalizzati e il Chrono Decoder universale che a modo suo è un piccolo gioiellino. Peccato per il confezionamento con un cartone non eccelso, ma tutto sommato è una cosa trascurabile. Altro soggetto di critica è l’ambientazione dei vari casi che purtroppo non sempre è molto vivida; ma come abbiamo evidenziato l’immersione è favorita dalla componentistica e, in più, da una piccola app di supporto che permette di scaricare delle musiche per ogni caso.

Leggi anche: Revival Games: Qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di CRANIO!

Una fuga d’autore con Escape Room – Il gioco

Tra i suoi alti e bassi Escape Room – Il gioco resta a nostro parere molto valido; il genere potrebbe non essere per tutti ma questo titolo fa di tutto per farsi piacere ed avvicinarsi ad un pubblico variegato. Ci sentiamo di consigliarlo a chiunque voglia mettere in moto le proprie “Piccole cellule grigie” (cit.), senza correre il rischio di frustrazioni dovute ad enigmi inutilmente e inspiegabilmente contorti e improbabili. Il livello generale di difficoltà aumenta con il tempo e i componenti grandi e ben visibili (era ora!) lo rendono apprezzabile su più fronti. Per questo, Escape Room riceve il nostro marchio di approvazione!

Potete trovare qui Escape Room – Il gioco e le sue due espansioni rilasciate (1,2).

Fateci sapere come andrà a finire la vostra corsa contro il tempo!
Play hard, stay board!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Gianluca Corazza

Board game e craft beer addicted, aspirante giurista a tempo perso. Ex-musicante ed appassionato di videogame con purtroppo 2k+ (in aumento) ore giocate a Dota 2.