fbpx
Tech Hardware News

Gli Usa rinnovano l’arsenale nucleare con un computer da 600 milioni di dollari

L’arsenale nucleare degli Usa ed i suoi missili funzionano ancora a floppy disc, ecco perché è servito un supercomputer da 600 milioni di dollari

I tempi di una guerra tra la Russia e gli Usa sono ormai solo un ricordo che però ha lasciato un importante eredità bellica. Le armi nucleari degli Stati Uniti, infatti, ci sono ancora e sono quelle degli anni ’50. Non c’è da meravigliarsi allora se queste armi sono ancora attivabili da vetusti floppy disc. A gestire questo materiale è la NNSA, che ha il compito di “rafforzare la sicurezza nazionale attraverso l’applicazione militare del sapere nucleare e ridurre il pericolo globale derivante dalle armi di distruzione di massa.” Tutto questo costa agli Usa 13 miliardi di dollari l’anno.

Per gestire questa potenziale estinzione bellica del pianeta Terra, dunque, serve un computer tra i più potenti mai costruiti. La Cray, Inc., ha creato El Capitan, un supercomputer da 1,5 exaFLOPS in grado di eseguire 1,5 quintilioni di operazioni al secondo. Un computer del genere, non può che avere un prezzo esorbitante: si parla dell’astronomica cifra di 600 milioni di dollari. Grazie a questa macchina, la NNSA, farà girare le applicazioni sette volte più velocemente del più potente supercomputer oggi in attività.

Come detto prima, queste nuove misure tecnologiche, sono dovute all’anzianità delle armi letali che devono essere tenute sotto controllo. L’allarme è stato lanciato nel 2016, e il governo degli Usa si è dovuto confrontare con i limiti ormai chiari di certe tecnologie. Basti pensare che molti missili e e bombardieri nucleari erano governati da computer IBM Series/1 risalenti al 1976 che utilizzano i floppy da 8’’. Il costo del computer non è poi tanto esagerato se si pensa che, il mantenimento di queste vecchie macchine, aveva un costo annuo di 60 miliardi di dollari.

Ma perchè venivano usate ancora certe tecnologie?

La risposta a questa domanda è semplice in realtà. Come diceva Henry Ford a proposito delle sue auto, tutto quello che non c’è, non si rompe. La bassa tecnologia è la tecnologia più sicura. Quindi erano a prova di hacker e di guasti dovuti all’estrema informatizzazione dei sistemi. Come ironizzava la CNN: “Volete lanciare un missile nucleare? Vi serve un floppy disc.

Commodoriani eravate a conoscenza della vetustità della gestione del nucleare negli Usa? Credete che El Capitan riuscirebbe a far girare Crysis 2 al massimo? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

L'autore

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"

Twitch!

Canale Offerte Telegram!