fbpx
News Videogames

Fortnite: 13enne gioca 10 ore al giorno per aiutare il padre malato di cancro

Fortnite

In pochi giorni ha raggiunto la cifra necessaria alle cure.

In questi ultimi tempi i videogiochi vengono costantemente demonizzati perché ritenuti la causa di alcuni gravi problemi come l’aumento degli omicidi di massa negli Stati Uniti e non solo. Proprio negli Stati Uniti, però, una vicenda ha dimostrato come i videogiochi online possono trasformarsi anche in un valido strumento di solidarietà. Un tredicenne americano ha, infatti, cominciato a trasmettere video gameplay di Fortnite per ben dieci ore al giorno con la speranza di raccogliere i fondi necessari per aiutare il padre a curarsi da una grave forma di cancro.

Il ragazzo è conosciuto su Twitch come ZylTV ed è un giovanissimo streamer di origini canadesi che da qualche tempo ormai si è messo a streammare con la speranza di raccogliere i fondi per pagare la chemioterapia al padre. Al signore è stato diagnosticato un tumore di terzo grado quasi un anno fa con relative metastasi a fegato e polmoni fino a raggiungere il quarto grado. Purtroppo la chemioterapia non garantirà la cura definitiva anche a causa della gravità della malattia, ma almeno in soli quattro giorno il ragazzino ha raccolto 1000 dollari e le speranze si sono alzate.

La storia è stata raccontata dallo stesso ragazzino tramite Reddit dove è riuscito a coinvolgere altri 21 mila utenti che hanno supportato il ragazzo. Da quel momento ha raggiunto streamer molto più famosi come Xxif e Ronaldo che hanno fatto loro stessi delle donazioni permettendo di arrivare ad una cifra di oltre 13 mila dollari canadesi (circa 9 mila euro) che era quanto serviva per pagare la terapia. Nel frattempo il piccolo ZylTV ha raggiunto gli oltre 20 mila follower su Twitch e grazie a Xxif e Ronaldo ha potuto partecipare alla Fortite World Cup di New York in compagnia del padre.

Un gesto nobile, non credete?

 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments