fbpx
Curiosità Tech

E-commerce locali Vs Amazon: ecco come i piccoli gareggiano con i big

Il mondo dell’e-commerce è diventato un fedele compagno di vita per tutti noi. I siti suggeriscono gli acquisti, come una volta facevano i commessi dei negozi, si possono cercare accessori con pochi click e autorizzare un pagamento appoggiando semplicemente il proprio dito sullo schermo dello smartphone.

Siamo stati educati a poter acquistare tutto ciò di cui abbiamo bisogno senza nemmeno prenderci la briga di uscire di casa. Chi è l’artefice del cambiamento? Prima di tutto, i grandi player di questo mercato e in testa troviamo Amazon.

Acquistare sui negozi online è diventato comodo a tal punto da pensare che l’e-commerce registrerà 4.500 miliardi di dollari di vendite entro il 2021.

Cifre da capogiro! Per questo tutti vogliono farne parte. Non solo i negozi più conosciuti, come Amazon e eBay, ma anche i commercianti e i produttori che desiderano abbandonare i dogmi della vendita tradizionale per lanciarsi nel mercato che oggi sta riscuotendo il maggior successo.

Le piccole realtà possono davvero competere con i principali e-commerce al mondo? Assolutamente sì, perché hanno qualcosa che le rende uniche.

Mantenersi competitivi con logistica e spedizioni

Riuscire ad acquistare e ricevere prodotti in pochissimo tempo, con procedure snelle e fluide, porta i clienti ad aspettarsi una velocità di tutto il processo. Questo racchiude al suo interno anche la parte della spedizione.

Un dato molto importante, a cui fanno sempre più attenzione i consumatori, è quello degli imballaggi. Gli involucri che contengono gli oggetti acquistati non devono solamente essere protettivi e belli da vedere, ma devono rispettare l’ambiente.

Questo è un aspetto di cui i piccoli commercianti si stanno rendendo sempre più conto e sul quale possono puntare per ritagliarsi una fetta di mercato online. Fatto questo, devono poi pensare al momento vero e proprio dell’invio.

Consegnare velocemente, in modo sicuro ed economico richiede un reparto logistico interno? Ovviamente no, sono sorte tantissime soluzioni per aiutare gli e-commerce ad essere sempre più competitivi sul mercato.

Una delle principali è Packlink PRO, un servizio pensato appositamente per essere abbinato al proprio e-commerce. Grazie a questa soluzione studiata per i negozi online, è possibile creare le spedizioni da effettuare, scegliere tra i servizi più professionali di trasporto nazionali ed internazionali, e inviare la merce in modo sicuro e veloce.

Non solo i proprietari degli e-commerce sono felici di questa soluzione, ma anche gli stessi clienti che possono ricevere assistenza da uno staff di professionisti e seguire il proprio pacco attraverso il tracking.

Tra i partner che effettuano le consegne per Packlink PRO si trovano BRT, Poste Italiane, UPS, TNT, SDA, Nexive, Pallet e StarPack Express.

Meno pubblicità, più personalità

Un aspetto fondamentale su cui fanno leva le piccole realtà commerciali per distinguersi è il rapporto diretto con il cliente. In un mondo in cui gli utenti si vedono costantemente bombardati da pubblicità di ogni tipo, forma o colore, a fare la differenza sono proprio coloro che fanno sentire i consumatori come speciali.

Cosa significa? Può trattarsi di un post empatico sui social media, di un gruppo Facebook solo per i clienti più affezionati, di un contatto diretto grazie a WhatsApp business.

I social media si rivelano uno dei mezzi principali che gli utenti utilizzano per poi atterrare sul sito web finale del negozio online. Soprattutto Instagram vede tra i suoi utenti quelli maggiormente inclini ad acquistare su e-commerce.

Le piccole realtà, sempre più crescenti anche nel panorama italiano, puntano quindi ad un contatto più umano piuttosto che a sommergere i propri utenti di stimoli freddi e neutri. In questo modo, riescono ad esprimere maggiormente la propria personalità e a mostrare il lato umano che si cela dietro al brand.

La creatività non ha limiti in questo campo. Per esempio, alcuni e-commerce hanno scelto di aprire un blog interno, per conferire valore agli utenti ancora prima che questi decidano di acquistare.

Puntare sui prodotti artigianali

Quando si passeggia per le vie delle città si vedono sempre più centri commerciali e negozi che vendono fast fashion, indumenti creati in serie che tagliano drasticamente i prezzi e che cambiano alla velocità della luce. Gli stessi capi d’abbigliamento, accessori e oggetti si trovano sui grandi e-commerce.

Cosa possono fare i produttori locali per vincere anche questa battaglia? Puntare su qualcosa che producono solo loro e non su prodotti in serie.

Ecco quindi che tantissimi artigiani hanno iniziato a vendere la loro produzione sui negozi online, forti del fatto di essersi creati una propria nicchia di mercato, pensata per chi ama l’originalità, la creatività e l’unicità.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments