fbpx
Film/Serie Tv Recensione

The Rain: la pioggia può uccidere?

The Rain è una serie tv prodotta dal 2018 da Netflix, di genere teen drama thriller. Attualmente si compone di due stagione per un totale di 14 episodi dalla durata di 45 minuti. È la prima produzione importante da parte di Netflix Danimarca, con un cast interamente danese e riprese svolte in Danimarca e Svezia.

Trama

Nel mondo di The Rain la società Apollon sintetizza un virus capace di legarsi alla pioggia che uccide al semplice contatto. Da prima lanciato in Danimarca, il virus si espanderà in tutto il mondo. Il principale scienziato della Apollon, Frederick Andersen, poco prima della prima pioggia, rinchiude i suoi due figli, Simone e Rasmus, in un bunker, dove resteranno per 6 anni. Simone, la sorella maggiore, e Rasmus, il paziente zero del virus, finendo le provviste sono obbligati ad uscire nel mondo esterno, scoprendo che nonostante il mondo post apocalittico, continuano a trovare essere umani con i quali collaborare per fermare la pioggia. Gli esseri umani si sono organizzati in piccoli-medi gruppi che spesso saranno in lotta tra loro. Trovato un piccolo gruppo di ragazzi, inizierà la corsa contro il tempo di Simone e Rasmus per fermare la pioggia e salvare i pochi esseri umani ancora vivi.

The Rain

 

 

Personaggi

Simone Andersen è la vera protagonista della serie tv, carismatica al punto giusto e accompagnata da una più che sufficiente recitazione, riuscirà a trasportare lo spettatore lungo tutto il suo viaggio. La giovane ragazza ha solo diciassette anni quando viene chiusa nel bunker e per i successivi sei anni si occupa di suo fratello, ricomprendo di fatto anche il ruolo di madre. Simone per tutto il viaggio si farà carico di tutti i problemi e sarà suo compito cercare la migliore soluzione possibile.

Rasmus Andersen, entra nel bunker all’età di undici anni e ne esce a diciassette, dapprima visto come un bambino che ha bisogno di protezione da tutto, successivamente, nella seconda stagione, avrà un ruolo decisamente più centrale, essendo il paziente zero del virus.

Il gruppo al quale i due Andersen si uniscono è composto da: Martin, di fatto il leader, Beatrice, una ragazza timida ed introversa, Patrick, più dedito allo svago, Jean, anche lui decisamente introverso. Il gruppo è decisamente vario ma ben definito, rendendo il viaggio una continua scoperta dei singoli personaggi ma anche delle evoluzioni che gli uni portano agli altri.

The Rain

Stagioni

La prima stagione ci mostra la pioggia, la sua pericolosità e il modo cui i personaggi la affrontano. Facendoci vedere un meraviglioso e anche originale mondo post apocalittico che non annoia mai. Rendendo una, a tratti piacevole, condizione meteorologica, una vera e propria arma di distruzione di massa.

Nella seconda stagione i due protagonisti, avendo imparato ad arginare la pioggia, si concentreranno nel trovare una soluzione definitiva. Il tutto ruota attorno a Rasmus e a vari scienziati che cercheranno di capire il virus, studiando il paziente zero.

Conclusione

The Rain è una serie tv decisamente interessante, che ha moltissimi punti positivi, ma anche alcuni negativi, come la recitazione dei personaggi, la quale risulta altalenante. Al di là della recitazione, la serie non ha grandi problemi. Il viaggio è decisamente piacevole da guardare tra le ambientazioni del nord Europa e una trama che ti spinge a saperne sempre di più sulla pioggia e sui suoi effetti. Consigliato a chi si vuole godere un inusuale teen drama.

Voto: 7.5

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments