fbpx
Film/Serie Tv Recensione

The Umbrella Academy: una valida alternativa agli X-Men?

The Umbrella Academy è una serie tv statunitense pubblicata da Netflix nel febbraio 2019, di genere fantasy con tematiche simili a quelle dei supereroi. La serie è basata sul fumetto di Gerard Way, cantante dei My Chemical Romance.

Trama

Il primo ottobre 1989, 43 donne di tutto il mondo partoriscono senza aver mostrato alcun segno della gravidanza. Sette di questi bambini, vengono adottati dallo scienziato miliardario Sir Reginald Hargreeves. Lo scienziato crea un posto sicuro per i suoi figli, la Umbrella Acdemy, dedito a far manifestare gli strani poteri che ogni singolo adolescente possiede. Hargreeves rinominerà i bambini con dei numeri, anche se tra loro continueranno a chiamarsi per nome. Nella formazione originale della Umbrella, troviamo sette membri, sarà poi compito di sei di questi occuparsi del crimine della città.

La Umbrella Academy

Il gruppo della Umbrella è composto da:

  • Luther, Spaceboy o Numero 1, dotato di super forza, è stato per quattro anni sulla Luna, da qui il suo soprannome. È il capo del piccolo gruppo di supereroi.
  • Diego, Kraken o Numero 2, ha il potere di far curvare un qualsiasi oggetto che ha lanciato, prediligendo i coltelli.
  • Allison, Voce o Numero 3, riesce a persuadere le persone semplicemente dicendo “Ho sentito delle voci…”.
  • Klaus, Medium o Numero 4, ha la capacità di evocare e comunicare con gli spiriti, ma solo se sobrio e se non ha assunto sostanze stupefacenti.
  • Numero 5, non è mai stato rivelato il vero nome di 5 e i suoi fratelli lo hanno sempre chiamato per numero. Ha il potentissimo dono di attraversare lo spazio e il tempo. Al contrario degli altri, ha le sembianze di un bambino a causa di un errore di calcolo nel saltare il tempo.
  • Ben, Numero 6, ha sotto il suo controllo, dentro il suo corpo, mostri di altre dimensioni. È deceduto in circostanze ancora ignote, ma appare continuamente al fianco di Klaus, con il quale coopera.
  • Vanya, Violino Bianco o Numero 7, ha la capacità di manifestare potenti onde distruttive attraverso alcuni oggetti, come il suo violino. Suo padre ha cercato in tutti i modi di nascondere i suoi poteri e, solo da adulta, Vanya ha preso consapevolezza delle proprie capacità.

La scuola ricorda molto la villa di Charles Xavier degli X-Men. Ogni studente della Umbrella Academy ha una propria stanza, e segue un preciso orario di allenamento per sviluppare le proprie capacità. La residenza Umbrella si dispone su più piani alcuni dei quali interrati. La residenza è abitata non solo dai 7 membri della Umbrella ma anche dal padre adottivo Sir Reginald, dal fedele scimpanzé maggiordomo Pogo e dalla “madre” androide Grace.

Conclusione

Sebbene le grandissime similitudini con molti altri gruppi di supereroi, tra i quali gli X-Men, questo piccolo gruppo di supereroi riesce a tenere incollato allo schermo lo spettatore, facendolo annoiare di rado. La serie ha moltissimi punti alti, molti episodi lasciano a bocca aperta lo spettatore, interessandolo sempre di più alle vicende. L’intreccio degli eventi è scomposto in linee temporali, tra passato e futuro, ma restando sempre chiaro e facile da seguire. La recitazione dei protagonisti è davvero apprezzata e non farà mai storcere il naso, risultando sempre carica di emozioni e consona al momento. Non ci sono grandissimi problemi, escludendo la poca originalità nei poteri e alcune grandissime similitudini con altri gruppi di supereroi, talvolta plagiati. Davvero consigliata, specialmente per persone fan dei supereroi.

Voto: 8+

 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments