fbpx
Recensioni Smartphone Tech

OPPO Reno 10x Zoom: una piacevole novità in un mercato saturo

Cari lettori, commodoriani e non, oggi vi parliamo di uno smartphone che ha rivoluzionato il modo che avevamo di vedere OPPO. Se già prima, con Find X ed RX17 Pro, la casa cinese ci aveva stupito, quest anno si sono proprio superati. Dall’uscita di OPPO Reno classico non vedevamo l’ora di mettere le mani su questo gioiellino, e oggi, dopo ben 3 settimane di utilizzo intensivo, eccoci a trarre le conclusioni su OPPO Reno 10x Zoom, il modello di punta dell’azienda che, vi anticipo, è un prodotto che eccelle sotto tutti i punti di vista. 

Scheda tecnica

OPPO Reno 10x Zoom ha tutte le carte in regola per essere un vero top di gamma. Fino a 8 GB di RAM, 256 di memoria interna (questa addirittura espandibile con MicroSD) , dual sim, tripla fotocamera posteriore con modulo da 48MP, grandangolare e periscopico con zoom ottico 6x e Snapdragon 855 fanno da padroni. Esiste anche la variante con il modulo 5G, presentata qualche tempo fa. Abbiamo poi la connessione Wi-Fi dual-band, LTE, NFC supporto all’OTG e chi più ne ha più ne metta. Il sensore d’impronte digitali è sotto al display, ci sono lo sblocco con il volto e l’audio stereo.

Design, materiali ed ergonomia

OPPO Reno 10x Zoom non differisce molto in design dal modello base, pur essendo un po’ più grande e spesso. Resta comunque l’unicità nel design di questa serie di smartphone che, oltre ad una colorazione molto particolare in vetro opaco con una striscia lucida centrale, porta tutte le fotocamere a filo con la scocca. La continuità del design è interrotta solo da un elegante puntino in ceramica che serve a non far strisciare le fotocamere qualora il telefono fosse appoggiato al tavolo. La parte frontale è tutto schermo, con bordi super ottimizzati (eccetto quello inferiore che è leggermente più spesso degli altri). Il frame è unito alla scocca e presenta la solita pulsanteria, USB Type-C 3.1 e primo speaker. Il secondo speaker stereo è nella “pinna”, che nasconde anche la fotocamera frontale e il doppio flash led. L’ergonomia nonostante le dimensioni è buona: il frame presenta una scanalatura che migliora la presa e le gesture a schermo intero aiutano l’utilizzo con una mano. Attenzione, non si utilizza facilmente dato anche il peso (che però risulta ben distribuito) ma da una sensazione di solidità e sicurezza quando lo si tiene. C’è comunque poco da dire: OPPO Reno 10x Zoom è uno degli smartphone più originali ed eleganti di questo 2019, moderno e al tempo stesso diverso, con delle linee morbide che racchiudono tutta la volontà di OPPO di essere un brand che fa del design il suo punto di forza più grande. 

Software ed esperienza d’uso

Nonostante sul software di questo smartphone ne abbiamo sentite di ogni, dopo qualche tempo in più di utilizzo possiamo dirvi che la ColorOS (Interfaccia di Android proprietaria di OPPO) è un sistema completo e stabile, affidabile e all’avanguardia. Certo, sicuramente ci sono delle differenze con Android stock: alcune opzioni sono in posti diversi rispetto a dove siamo abituati a vederle e ci sono alcune incoerenze grafiche (come la dimensione delle icone nella home rispetto a quelle del drawer). Questi elementi possono far storcere il naso a quacuno, ma nulla che non si possa risolvere con un semplice launcher alternativo. Detto questo, il sistema è stabile, super aggiornato (patch di luglio 2019) e Android è in versione 9. Mai un lag, mai un impuntamento, merito sia del potentissimo Snapdragon 855, sia degli 8 GB di RAM, che garantiscono un tempo di standby delle app molto alto, quasi mai un reload e tanta stabilità. L’esperienza d’uso è un po’ diversa da quella di Android “puro” ma le grandi possibilità di personalizzazione e la leggerezza dell’interfaccia sono un grande pro. Menzione d’onore per il sensore d’impronte digitali ottico sotto al display: velocissimo, al pari con quello di OnePlus 7 Pro (di cui non vi abbiamo ancora parlato, ma abbiamo qualche colpo in canna anche per lui!).

Display

Il display è un AMOLED con risoluzione FHD+ , senza notch e con dei colori vividi e realistici. La resa cromatica è ottima e l’esperienza d’uso con un display così grande è veramente a livelli altissimi. Oleofobicità buona, non trattiene molto le ditate e l’angolo di visione è di ottimo livello. C’è anche il supporto all’HDR10 che, quando si guarda un video, rende tutto più spettacolare.

Audio

Audio stereo, potente quanto basta, c’è il supporto DolbyAtmos quando si usano le cuffie con cavo (e spero arrivi anche quello per le cuffie Bluetooth!). Nel complesso potente e pulito, non gracchia ed è di ottima qualità. Ottimo l’audio anche in chiamata, alto e pulitissimo. Provato sia con cuffie bluetooth che con cuffie a cavo: top qualità di ascolto. Attenzione che non c’è il jack audio!

Connettività

Bluetooth 5.0, NFC, Wi-Fi Dual Band, LTE (ed esiste anche la versione 5G), USB 3.1 con supporto all’OTG e segnale potente, anche in luoghi chiusi (provato con Iliad e Tre). Quasi sempre in 4G+, sempre navigato bene senza problemi di sorta. Insomma un vero carroarmato quando si parla di connettività. Ho usato moltissimo Google Pay e non ho mai avuto problemi nemmeno col sensore NFC.

Fotocamera

So già che mi dilungherò parecchio. OPPO Reno 10x Zoom è forse lo smartphone più DIVERTENTE da usare quando si tratta di fotografie. Tagliamo la testa al toro: come qualità siamo in linea con gli altri competitor. Parliamo prima di tutto del software: tante impostazioni, HDR che lavora molto bene, intelligenza artificiale, filtri live e tante modalità di scatto. Le principali sono Foto, Video e Ritratto, a cui si aggiungono in un menù secondario la modalità Notte, panoramica, Esperto (con controllo manuale per tutti i settaggi), time-lapse, slow motion e Google Lens. Le foto con la camera principale da 48MP vengono molto bene con la risoluzione massima, ma secondo me ancor meglio con la modalità normale in cui entrano in gioco l’IA e l’HDR. La fotocamera centrale è grandangolare, molto bella e con una qualità un pelino inferiore ma che garantisce degli scatti che altrimenti sarebbero inarrivabili. L’ultima, è una fotocamera periscopica con una lunghezza focale di 160mm. Questo garantisce un super zoom OTTICO, e quindi senza perdita di qualità, ben 10 volte superiore rispetto alla fotocamera principale. Questo si intende per “10x Zoom“.. lo zoom 6x che si vede a interfaccia è praticamente il “vero” zoom 10x rispetto all’immagine che state fotografando.. Se si vuole andare oltre, lo smartphone garantisce un’ottima qualità di scatto anche al “10x” scritto in interfaccia, garantendo comunque una perdità di qualità minima interpolando il sensore principale con quello periscopico. Se poi volete proprio esagerare si può arrivare fino al 60x digitale.
La fotocamera frontale, nascosta nella “pinna” che sbuca dalla parte superiore dello smartphone, è da 16MP e garantisce scatti nella media. Notevole l’implementazione di un doppio flash, sia posteriore che anteriore. I video sono ottimi, fino a 4K 30FPS. Unica nota negativa: non si possono registrare con la grandangolare o con la perscopica. Peccato.Qui sotto la solita galleria di immagini e, udite udite, un link a Google Photos per vederle in qualità massima.

Qui sotto la solita galleria di immagini e, udite udite, un link a Google Photos per vederle in qualità massima.

Batteria

Poco da dire. OPPO Reno 10x Zoom ha una batteria mostruosa. 4000mAh gestiti benissimo dal sistema, un giorno pieno di utilizzo anche super intenso e un giorno e mezzo con un utilizzo normale. Non si possono vedere le ore di schermo a causa del sistema che non lo permette, ma con app di terze parti (dimenticati gli screenshot, ARGH) il contatore segnava 8h di display. OTTO ORE. I risparmi energetici erano sempre tutti spenti. Ragazzi, una potenza disarmante.

Conclusioni

OPPO Reno 10x Zoom, si o no? Un sì, GROSSO come lui, GROSSO come i grandissimi complimenti che facciamo a OPPO per questo gioiello della tecnologia. Il prezzo? Circa 800 euro di listino, altino sì, ma sotto la media per gli smartphone di questa fascia. OPPO Reno 10x Zoom è un gioiello della tecnologia, e non solo per l’innovazione portata con la sua tripla fotocamera – tra le più divertenti e versatili in commercio – ma nel complesso per il concetto che c’è dietro: un vero top di gamma, senza compromessi, tantissima sostanza, ma con nessuna rinuncia all’eleganza. Una rivisitazione del software per gli utenti più schizzinosi, e OPPO avrà la strada spianata anche nel nostro paese. Se cercate un top di gamma concreto e versatile, Reno 10x Zoom è il vostro smartphone

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

OPPO Reno 10x Zoom

799,99 euro
8.4

Design e materiali

9.0/10

Esperienza d'uso

8.0/10

Multimedialità

8.5/10

Fotocamera

8.5/10

Qualità/prezzo

8.0/10

Pros

  • Design elegante e curato
  • Potenza, batteria e prestazioni eccellenti
  • Fotocamera di qualità e versatile

Cons

  • Un po'grandicello
  • Il software all'inizio può disorientare

Federico Basanese

23 anni, Milano. Programmatore di giorno, appassionato di tecnologia di notte. Prediligo il mondo degli smartphone, trovandoli ormai un'estensone del corpo e non più dei semplici strumenti. Mi emozionano tantissimo l'IoT e il sushi.