fbpx
Film/Serie Tv News

Mouse Guard è morto per sempre

Una serie di film cancellati ed un presunto cambio di linea creativa, negli ultimi tempi si sono rivelati gli aspetti più critici della fusione fra Disney e Fox. Di tutte le notizie, la più triste è stata sicuramente quella che annunciava la cancellazione di Mouse Guard a sole due settimane dall’inizio delle riprese.
Il regista si era però dichiarato fiducioso, intento a cercare altri studi decisi a finanziare il progetto. Purtroppo, non è andata così.

L’adattamento cinematografico dell’acclamata serie di fumetti scritta e disegnata da David Petersen è ufficialmente morto. Wes Ball lo comunica con triste rammarico sul suo account twitter:

Sì, purtroppo è vero, il nostro progetto è defunto. Sembra un rischio troppo grande ed è davvero un peccato. Ai miei colleghi del cast e della troupe: scusate se non sono riuscito a trovare una soluzione. L’ultimo anno con voi è stato strepitoso.

Con la fine definitiva del progetto, il regista ha inoltre pubblicato tutto l’incredibile lavoro realizzato finora, inclusa una spettacolare demo di 9 minuti.

A conti fatti quelli di Mouse Guard si sono rivelati dei topi decisamente sfortunati. Non solo non verrà prodotto il film, ma è stato letteralmente buttato alle ortiche un anno di lavoro. 
Un vero dispiacere, anche perché sarebbe bastato che la Disney fosse subentrata in Fox solo un poco più tardi.

 

Non c’è dubbio che stiamo parlando di un budget imponente per un progetto rischioso, difficilmente si sarebbe trovato qualcun altro pronto a finanziare la pellicola. Eppure l’amarezza resta e non è poca: se non rischia lo studio di produzione più grande e redditizio al mondo, chi altro dovrebbe?

Il cast sarebbe stato composto da Idris Elba, Andy Serkis, Sonoya Mizuno e Thomas Brodie-Sangster.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Lorenzo Marcoaldi

Cinefilo e videogiocatore incallito, non perdo mai l'occasione di andare al cinema.
Appassionato del cinema riflessivo di Villeneuve e quello parodistico di Edgar Wright, considero la trilogia del cornetto un monito da contemplare saltuariamente.