fbpx
Film/Serie Tv Recensione

Future Man: un irriverente Ritorno al Futuro

La serie tv Future Man, nata nel 2017 in America e trasmessa su Hulu, è recentemente giunta in Italia tramite Amazon Prime Video lasciando gli spettatori interdetti da una insolita comicità caratterizzata da una forte irriverenza con battute volgari e al tempo stesso acute, le quali hanno colpito, e non poco, gli spettatori.

La trama

Josh Futtureman, protagonista della serie, è un giovane ragazzo che, stufo del suo lavoro di inserviente nel laboratorio Kronish, si rifugia nell’obiettivo di essere il miglior giocatore al mondo del videogioco Biotic War. Dopo l’ennesimo fallimento nel tentativo di superare l’ultimo livello del gioco, Josh, amareggiato, decide di provare a completarlo senza portare armi con sé. Sorprendentemente riesce a completare il gioco e, intento a festeggiare questa suo traguardo, viene bruscamente interrotto da dei lampi proprio all’interno della sua stanza, i quali daranno luce a due nuovi personaggi: Tiger e Wolf. I due ammetteranno fin da subito di venire dal futuro e che il videogioco era solo una prova usata per trovare un degno alleato nella speranza di salvare l’umanità. Infatti nel futuro il mondo è stato stravolto da una nuova razza, non ben introdotta all’inizio, che ha soppiantato gli essere umani, a causa di una cura del laboratorio Kronish. Da qui i 3 intraprenderanno una lunga missione a cavallo fra varie linee temporali per impedire lo sviluppo della ricerca nel laboratorio.

Ritorno al Futuro

A primo acchito, Future Man, trasuda elementi di Ritorno al Futuro da ogni episodio. Troviamo i classici cliché presentati anche nel film del 1985, tra passato che viene manipolato e con il futuro che cambia di conseguenza. C’è però una enorme differenza, fin da subito ben chiara: l’estrema comicità, raramente eccessiva, che avvolge frame per frame ogni personaggio. I quali, soprattutto Tiger e Wolf cresciuti in un futuro apocalittico, non hanno la misera idea di come comportarsi con gli esseri umani del 2017. Tutto ciò sfocia in azioni estremamente ridicolizzate anche delle più banali azioni del nostro tempo, soprattutto con le relazioni sociali al di fuori di loro due.

L’irriverenza nella comicità

Le battute in questa serie tv ricoprono un ruolo chiave, in quanto la stessa serie non spicca per trama, cercando però di segnare un proprio traguardo nella commedia stessa. Le battute si basano spesso sull’idea che Tiger e Wolf, pur essendo esseri umani, sono totalmente diversi dai nostri standard e il problema si pone quando la comicità, non sempre riesce ad essere acuta o brillante. Quindi spesso lo spettatore si ritroverà in una situazione forzata nella quale la risata sembra obbligatoria. Questo costante voler forzare più risate, non fa altro che minare quelle perle al tempo stesso comiche e acute che caratterizzano la serie.

Conclusione

Future Man è una serie tv che spiazza, perché se da una parte si vede la stagione senza aspettative e riesce a prendere fin da subito con davvero poco materiale a disposizione, dall’altra le sue battute alla lunga possono diventare prevedibili e quindi non sempre godibili. Consigliata a chi o vuole farsi una risata o vuole ingannare il tempo o semplicemente cerca una distrazione, perché riesce fin troppo bene ad ammaliare lo spettatore a proseguire la visione.

Voto 8

 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments