fbpx
Anime & Manga Curiosità

5 manga da leggere se non ne hai mai letti!

Con l’avvio ufficiale della nuova redazione di anime e manga ci siamo trovati davanti ad un grande enigma: Colui che si appresta a leggere i nostri articoli di approfondimento conosce per certo questo mondo? Per quanto i media Giapponesi siano diventati mainstream e famosi spesso ci si limita a conoscere la superficie e qualche volta neanche quella. Per questo motivo ho pensato di scrivere una lista che possa aiutare lo spettatore di qualsiasi età ad approcciarsi a dei prodotti che riescono ad accontentare tutti i gusti. Avrei voluto inserire come elemento principale i vari battle shonen famosi, ma ai fini della lista voglio far conoscere qualcosa per approcciarsi effettivamente a questo mondo. Do per scontato che DragonBall, Naruto e One piece li conosciate già visto che rientrano, ormai, nella cultura pop contemporanea. Meno scontato invece è che conosciate dei titoli che hanno ottenuto un successo incredibile nel loro periodo ma che, nel tempo, hanno perso mordente. Quindi vediamo che manga occorre leggere se non ne avete mai letto uno!

I battle shonen atipici

Il primo punto non è un semplice titolo, ma un insieme di prodotti che condividono il genere ma non l’andamento. Il battle shonen è famoso perché è uno dei prodotti più famosi indirizzato ai ragazzi. Il concept base è semplice: un ragazzo col tempo diventa un eroe che combattendo salva amici, mondo e vite. Le varianti saranno svariate ma il succo rimarrà sempre simile. Nel corso del tempo, però, si è sentita sempre più necessità di andare oltre questo semplice schema e così son nati prodotti sempre più complessi. Nonostante ciò la vicinanza al pubblico è rimasta invariata, anzi spesso hanno fatto più frastuono di altre opere famose. Death note, Shingeki no kyojin, The promised neverland son sicuramente tre titoli che hanno avvicinato molti giovani al media manga. La loro aura dark, i toni pesanti fanno immaginare che il target sia per gente più adulta mentre l’obiettivo di queste opere è proprio toccare la sensibilità dei ragazzi facendo vivere avventure diverse dove non è importante la semplice battaglia ma tutto ciò che un personaggio prova e l’ingegno per andare avanti e sopravvivere.

Da menzionare vi è anche Fullmetal Alchemist di cui vi ho già parlato ma che è bene ricordare visto la bellezza di questa storia.

Questo punto farlocco è inserito per introdurvi a qualche opera per conoscere veramente questo mondo senza lasciarci nulla dietro. Nonostante a me diverse opere citate potrebbero non piacere reputo fondamentale che chi inizii le legga perché fanno da apripista ad un mondo ricco di storie mozzafiato, emozionati e imperdibili.

Rocky Joe

Definirlo uno dei manga più importanti della storia non è per nulla un errore. Se vi piace il pugilato, se vi piacciono le storie di riscatto sociale e se vi piace l’adrenalina che porta all’emozione ci troviamo con l’opera giusta per cominciare la vostra avventura nei prodotti Giapponesi.

Joe è un ragazzo che ha sempre vissuto negli orfanotrofi ma che, scappando, riesce ad incontrare un ex pugile ridotto ormai a mendicare per strada sempre ubriaco: Danpei. Durante una violenta lotta tra i due Danpei vede nel ragazzo qualcosa di particolare. I pugni di Joe erano mattonate vere e proprie. Quasi come se il destino li avesse fatti incontrare tra difficoltà, problemi con la legge e incontri di pugilato la storia andrà avanti a narrare le vicende di Tutor e allievo.

La vita ardua, gli scontri avvincenti e sanguinolenti saranno solo la cornice di un approfondimento sul protagonista. Joe non è il semplice ragazzino dei cartoni animati che vince sempre perché così vuole la rivista che lo pubblica. Joe è un essere umano che si ribella alla società che non gli offre alcun modo per poter vivere e non semplicemente sopravvivere. Questo concetto ha ispirato veramente tanti artisti ma anche molti movimenti politici.

È famoso infatti un fatto di cronaca relativo proprio a questo manga. Il 31 marzo del 1970, un gruppo di terroristi militanti nell’Armata Rossa Giapponese, dirottò un volo della Japan Airlines facendolo atterrare in Corea del Nord. Il motto di questi fuorilegge era proprio “Noi Siamo Ashita no Joe” in quanto protestavano contro la politica accademica giapponese del periodo.

Nonostante esista un anime di Rocky Joe io vi consiglio di leggere il manga in quanto rappresenta al meglio l’essenza del prodotto. Un must ottimo per iniziare a seguire questo mondo, una necessità se si vuole conoscerlo in tutti i suoi aspetti.

Berserk

Il manga che ha sdoganato il dark fantasy in Giappone è proprio Berserk. Le sue ambientazioni, le sue tematiche e i suoi intrighi lo hanno reso un’opera importantissima e, contemporaneamente, un’opera accessibile a tutti. Fan de “Il Signore degli Anelli” o di “Game of Thrones” potranno approcciarsi con semplicità a questo prodotto, ma anche gli amanti di Dungeons & Dragons apprezzeranno quest’opera

Gatsu è un giovane cresciuto col padre adottivo Gambino in una compagnia di mercernari. Durante le varie scorribande conosce Grifis e Caska. Nonostante la vita difficile i tre affrontano vari momenti di gioia fin tanto che Gatsu non vuole abbandonare la squadra di Grifis. Dalla sua uscita un’escalation di eventi ci porterà in un vero e proprio incubo che non voglio spoilerarvi. Con l’eclissi la natura fantasy dell’opera raggiunge l’apice e ci mostra la vera natura di tutti i personaggi.

La grande forza di Berserk sta in una narrazione unica che soltanto Kentaro Miura, mangaka dell’opera, riesce ad elaborare. I personaggi verranno affrontati in tutti i loro aspetti e non esiste bene o male ma sacrificio e dolore. Quando si pensa che tutto possa migliorare, quando l’arrivo di nuovi personaggi ci fa ben sperare per una risoluzione dei problemi ecco che la natura dell’opera ci ricorda la difficoltà del mondo presentato. Berserk visto questo aspetto descritto è una delle maggiori fonti di ispirazione ai souls. Le citazioni presenti in “Dark Souls” e in “Bloodborne” sono tantissime, dalla struttura poco chiara della storia ai mostri presentati. Berserk è un must per il videogiocatore che vuole approcciarsi al mondo dei manga ma anche per chi ama tutto il fantasy medievale con toni scuri.

Nonostante esistono versioni animate ne sconsiglio caldamente le visione.

Maison Ikkoku

Conosciuto in Italia come “Cara dolce Kyoko” questo manga che vi consiglio di leggere per iniziare a conoscere questo mondo è la rappresentazione perfetta di una storia legata alla realtà. Nessun elemento fantasy, nessun combattimento o viaggio dell’eroe farà capolino in questo capolavoro. Maison Ikkoku narra della storia di un reietto della società Yusaku Godai e la vedova Otonashi, Kyoko Chigusa. I due si conosceranno in quanto il ragazzo prenderà in affitto una stanza di uno stabilimento di cui lei è amministratrice. La conoscenza tra i due andrà avanti tra dichiarazioni, incomprensioni e difficoltà.

Rumiko Takahashi spesso il grande pubblico la ricorda per altre opere come Lamù, Ranma 1/2 o Inuyasha. Ma tutta la filosofia di questa mangaka è racchiusa di Maison Ikkoku. Il suo modo del tutto unico di raccontare una storia di amore e la sua incredibile capacità di far denuncia sociale vengono enfatizzate da una storia legata maggiormente alla realtà e meno al mondo fantasy. 

I personaggi hanno i loro grandi problemi legati principalmente alla società. Godai è mal visto perché non ha passato gli esami per accedere all’università e viene considerato un peso per la società. Kyoko, invece, teme le critiche della gente se avesse intenzione di ricominciare una nuova vita dopo la morte del marito… anche se son passati molti anni. Rumiko Takahashi esplora queste e tantissime altre turbe dei personaggi, sottolinea come i pregiudizi della gente siano solo imposizioni mentali e che la gente è oltre quello che l’etichetta impone. Un’opera assolutamente da leggere per quello che rappresenta e adatta a qualsiasi pubblico.

Lovely Complex

Se però si vuole cominciare con un’opera d’amore più leggera ma egualmente bella non posso non consigliare Lovely complex. Uno shoujo manga che, nonostante abbia come target le ragazze, va bene per chiunque. La bellezza di questo manga non sta solo in un disegno curato e semplice, ma anche in una storia davvero unica. A differenza di molti manga con stesso target i visi spigolosi lasciano spazio a dolci linee che enfatizzano le tantissime espressioni facciali dei personaggi.  

Risa e Otani sono due compagni di classe. Lei alta, lui basso. Questa forte differente fisica verrà messa in risalto da tutti visto che i loro caratteri, inizialmente incompatibili, che li faranno sembrare un famoso duo comico Giapponese. Nonostante la loro iniziale attrazione per altre persone si ritroveranno circondati da coppie e per questo scommetteranno su chi troverà prima l’anima gemella. Questa competizione però creerà un forte legame tra i due che finiranno inevitabilmente per avvicinarsi.
Una storia d’amore semplice, pura, adolescenziale. Il miglior modo per approcciarsi allo shoujo manga anche se si è ragazzi. Un’opera di cui vi consiglio anche la versione animata perché veramente ben fatta. 

E con questo concludo questo articolo introduttivo rimandandovi alle prossime settimane per quello dedicato agli anime. 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Inoltre seguite Anime e Manga ITA sui loro social e sul canale Youtube!

 

Facebook Comments