fbpx
Curiosità

Che fine ha fatto il gatto di Julian Assange? Ecco le nostre teorie

Julian Assange è stato arrestato ma la domanda che tutti si stanno ponendo è: che fine ha fatto il suo gatto?

Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, è stato arrestato nell’ambasciata dell’Ecuador di Londra. Le immagini del suo arresto hanno fatto il giro del mondo. Una domanda, ora, sta attanagliando tutti: che fine ha fatto il suo gatto. Per chi non lo sapesse il gatto di Julian Assange, ribattezzato Embassy Cat, è una vera e proprio celebrità in Inghilterra.

View this post on Instagram

Delucious thing Pamela gave me today!

A post shared by Embassy Cat (@embassycat) on

Come potete vedere, il suo profilo Instagram è molto seguito. Sarà per il fatto che indossa una cravatta. Diciamocelo, un micio con la cravatta piace a tutti tranne ai sociopatici. A voi piace?

Embassy Cat, però, non dà sue notizie da un po’ e i suoi fans si chiedono dove sia. A quanto pare il gatto era un pomo della discordia tra Assange e il personale dell’ambasciata. Nel 2018 lo stesso Julian era stato minacciato di essere privato del suo amico peloso se non fosse tornato a prendersi cura della sua persona e, dopo l’arresto, un  portavoce dell’ambasciata aveva così risposto alla domanda su dove potrebbe essere finito il gatto:

“Non è qui da settembre, credo. È stato preso dagli associati di Assange molto tempo fa … Non è qui. Non siamo un negozio di animali, quindi non terremo animali domestici qui”.

Il mistero dunque si infittisce e noi abbiamo ipotizzato alcune teorie sul dove possa essere.

La teoria Al bano

Embassy Cat è stato portato via dalla spia internazionale Albano Carrisi. Ora è al sicuro tra le mura di CarrisiLand dove scorrazza e gioca in mezzo ad altri mici. Albano ha provato a toglierli la cravatta con un poderosissimo “Ahhhhhhh” ma neanche l’apocalittico suono ha potuto strappare l’ultimo cavillo che congiunge Emabssy Cat a Julian Assange.

Il simbionte

Dietro Julian Assange c’è sempre stato Embassy Cat. WikiLeaks è in realtà stata creata dal gatto con la cravatta. Quando il suo padrone, che in realtà era il suo schiavo, è diventato ingombrante e poco produttivo lo ha fatto arrestare. Ora sta vagando nei bassifondi delle peggiori provincie d’Europa alla ricerca di un nuovo schiavo da ipnotizzare con le sue doti da ipnotizzatore felino cravattato. State attenti potrebbe toccare a voi.

Embassy Cat di Schrödinger

Il gatto è contemporaneamente all’ambasciata, a Cellino San Marco, in giro per l’Europa e morto.

Commodoriani cosa ne pensate di queste teorie? Ne avete di vostre? Fatecelo sapere nei commenti.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"