fbpx
Curiosità

Il cuginetto gli rovina le action figures da collezione, lui chiede 35mila dollari di risarcimento

Essere un collezionista è dispendioso ed i cuginetti sono l’insidia più diffcile

Quante volte vi è capitato di avere qualcosa da collezione e alla prima visita in casa di un cuginetto vederla tratta a mero giocattolo da svago? Non tutte le persone però sanno che le action figures possono costare ad un collezionista centinaia o addirittura migliaia di dollari. 

Questo collezionista giapponese aveva una stanza piena di action figures esclusive e l’ha vista cadere per mano del figlio di suo cugina. L’incidente è avvenuto quando i parenti sono andati a casa sua per i funerali della nonna. I parenti, inclusa sua cugina, erano a casa dello sfortunato collezionista mentre il funerale si teneva nelle vicinanze. La stanza era piena di oggetti da collezione come action figures, DVD e fumetti. Al ritorno dal funerale la nefasta scoperta. Il figlio della cugina, infatti, si era intrufolato nella stanza dove erano custoditi gelosamente tutti i cimeli da collezione ed aveva giocherellato con essi. 

Un giusto prezzo

La donna si è solamente scusata con il ragazzo minimizzando l’accaduto come una bambinata. Per fortuna, il marito della donna aveva ben presente quale fosse il reale valore di quei “giocattoli“. L’uomo si è così reso disponibile nel risarcire il ragazzo con un compenso equo. 

38 le figurine, 41 action figures in edizione limitata, 9 set di DVD, 33 CD, 45 fumetti e un computer sono stati stimati intorno ad almeno 3,14 milioni di yen (circa 28mila dollari). Il ragazzo però non era contento di questa stima poiché molte delle cose danneggiate non erano più in produzione. Alla fine i due si sono accordati per una cifra intorno ai 35mila dollari. 

Il bambino è poi stato punito dai suoi genitori facendogli saltare i festeggiamenti del compleanno. Se avete figli, o se ne avrete un giorno, ricordate sempre che quello che a voi può sembrare un semplice “giocattolo” è in realtà, magari, un prezioso oggetto da collezione. Al ragazzo, quantomeno, è stato riconosciuto il danno economico, anche se, le ore passate a montare modellini e a ricercare queste rarità non gliele ridarà nessuno.

Commodoriani, cosa ne pensate di questa storia? Come avreste reagito voi? Avete avuto esperienze analoghe? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"