fbpx
Videogames News

Violenza e Videogiochi, esiste una correlazione? Oxford dice no!

Nessuna correlazione tra violenza e videogiochi! 

Aggressività e videogiochi violenti, sentiamo spesso accostare dai media queste due parole nei titoli della stampa non di settore. Queste affermazioni non sono mai state sostenute da ricerche complete ed approfondite. Oggi però qualcosa è cambiato.

La ricerca questa volta è stata infatti svolta in modo differente; per compierla sono stati infatti selezionati circa 2000 adolescenti britannici di età compresa tra i 14 e 15 anni,  oltre ai loro genitori.

A guidare questa ricerca è stato il Professor Andrew Przybylski, direttore della ricerca presso l’ Oxford Internet Institute ( OII ), luogo in cui ci si occupa dello studio dei comportamenti delle persone che interagiscono con il mondo virtuale, passando dai social media ai videogiochi.

Lo studio è stato realizzato utilizzando una combinazione di dati oggettivi e soggettivi per misurare l’aggressività e la violenza dei ragazzi in gioco. Al contrario delle altre ricerca non sono stati presi in considerazione solo le informazioni dichiarate ( self-reported ) dagli adolescenti, ma anche quelle dei genitori e degli assistenti per valutare il livello di aggressività presente nei propri figli. Inoltre sono state tenute in considerazione anche le classificazioni dei contenuti date dal PEGI ( Pan European Game Information ) e dal ESRB ( Entertainment Software Rating Board ) oltre che la sola percezione di violenza dei giocatori.

La co-autrice della ricerca, Dr. Netta Weinstein della Cardiff University afferma che ” La nostra scoperta suggerisce che i pregiudizi dei ricercatori abbiano potuto influenzare i precedenti studi sull’argomento, distorcendo la comprensione sugli effetti dei videogiochi“.

Non è stata trovata nessuna correlazione tra la fruizione dei videogiochi e l’aggressività negli adolescenti, anche se i ricercatori hanno enfatizzato che alcune meccaniche e situazioni di gioco provocano reazioni emotive nei giocatori. ” Durante il nostro studio abbiamo potuto notare comportamenti che portavano all’utilizzo di linguaggio scurrile, ad un estrema competitività ed al cosiddetto trolling nella comunità di gioco; tali comportamenti possono essere classificati come comportamenti antisociali ” come affermato dal Professor Przybylski, che stando alle sue dichiarazioni vorrebbe approfondire l’argomento con future ricerche.

I videogiochi violenti sembrano non guidare l’aggressività nei giovani. Ma davvero dovremmo guardare ad altre cose – forse sono la frustrazione, forse è la famiglia o le circostanze della vita – su cui dovremmo approfondire di più

Secondo voi i videogiochi posso rendere più violenta una persona? fateci sapere cosa ne pensate.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Fonte
Fonte

Facebook Comments

Luca Bosi

Nato sotto la stella di Toriyama, cresciuto con Sony come seconda madre, ho sviluppato una passione incontrollata per il Giappone e la sua cultura.
Sono l'uomo degli Assist e in Ranked quello che fa da esca.
Quando non ho la testa in progetti assurdi studio Videomaking e Tecniche Visual. That's all folks

Twitch!

Canale Offerte Telegram!