fbpx
Approfondimento Film/Serie Tv

Phil Coulson: passato, presente e futuro del Marvel Cinematic Universe

Phil Coulson

Andiamo alla scoperta di Phil Coulson, il volto del Marvel Cinematic Universe

Se dovessimo dare un volto all’intero Universo Cinematografico Marvel, avrebbe senza dubbio le sembianze dell’attore Clark Gregg e del suo Phil Coulson. Personaggio creato appositamente per l’universo condiviso della Casa delle Idee, l’agente Coulson, da semplice secondario apparso nel primo Iron Man è poi diventato una presenza fissa nei film della Fase 1 del MCU, facendo da collante non solo tra i vari Vendicatori, ma tra le varie parti che compongono l’intero universo cinematografico.

ATTENZIONE: SEGUIRANNO SPOILER SUI FILM E SU AGENTS OF S.H.I.E.L.D.

Dopo essere apparso in Iron Man, nel suo sequel e nel primo Thor (oltre che in diversi side project del MCU come due Marvel One-Shots), Phil Coulson riappare nel primo Avengers ed è proprio la sua morte (o presunta tale) il motivo che porterà alla formazione del primo gruppo di Vendicatori, mossi per l’appunto dal desiderio di vendicare l’amico creduto morto.

E se l’agente Coulson è riuscito a fare breccia nei cuori dei supereroi, come non avrebbe potuto farlo anche in quello dei fan? La sua popolarità è infatti cresciuta a dismisura nei primi anni del Marvel Cinematic Universe. Il suo incarnare il lato umano di un universo pieno di supereroi (in cui il fan era più propenso ad immedesimarsi), il suo carisma e la superba interpretazione di Gregg gli hanno permesso di valicare i limiti cinematografici, diventando il primo personaggio creato appositamente per il cinema a ricevere una trasposizione fumettistica. Il percorso inverso di qualunque altro personaggio che sia mai apparso in un film Marvel, praticamente (ma non dissimile da quello che hanno avuto altri personaggi, con Nick Fury che ha avuto un trattamento analogo, la cui controparte fumettistica è stata adattata e rimodellata sulla base del personaggio interpretato da Samuel L. Jackson).

phil coulson

L’assenza dai film e la serie tv

La prima serie a fumetti dedicata all’agente Coulson esce nel 2012, lo stesso anno di Avengers. E il nostro caro Phil manca dal grande schermo proprio da quel film. Ciò non vuol dire però che nel corso degli anni non ci sono state più sue apparizioni nel MCU. Anzi, il buon Coulson è diventato addirittura protagonista di una serie tv, Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D., la prima serie televisiva dell’universo Marvel, prima ancora di Agent Carter, dei Defenders, di Cloak e Dagger, di Runaways.

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. continua ad andare avanti con alti e bassi dal 2013. Partito in sordina e con la prima parte della prima stagione dimenticabile a causa di una narrazione debole, la serie prende il volo a partire dal tie-in con Captain America: The Winter Soldier. Si perché, in pieno stile Marvel, sulla scia di quel “It’s all connected” reso ormai un mantra e marchio di fabbrica, la serie ha sempre delle (deboli) connessioni con i film dedicati ai Vendicatori. La prima di queste connessioni, la più importante, permette di svelare finalmente il vero nemico della serie,l’H.Y.D.R.A., senza ricorrere più a nomignoli e velate allusioni. Ciò porta ad un innalzamento del livello non solo della narrazione ma anche dell’azione. E in primo piano troviamo sempre Coulson.

Dato per morto, in realtà Phil è stato riportato in vita all’insaputa degli Avengers grazie al progetto “T.A.H.I.T.I.”. Tale progetto, che porta il nome di un posto magico (cit.), era stato voluto da Nick Fury ed era supervisionato da Coulson in persona. Ideato per essere attivato solo in caso di morte di un Vendicatore, T.A.H.I.T.I. prevedeva l’uso di DNA alieno per scopi medici. Tra i vari campioni estratti da un cadavere Kree, uno in particolare permetteva la rigenerazione del tessuto cellulare. Fury, che riteneva Coulson importante quanto un Vendicatore, decise di usare questa procedura proprio su di lui, dopo la sua morte per mano di Loki. Da allora, e con la memoria cancellata e sostituita da ricordi fittizi, Coulson è stato alla guida di un team di agenti dello S.H.I.E.L.D. fino a ricoprire la carica di Direttore.

Phil Coulson

Le avventure di Coulson nella serie tv esulano dallo scopo di questo viaggio nella storia dell’agente più rappresentativo dell’universo Marvel e grazie ai potenti mezzi della narrazione onnisciente, arriviamo direttamente al 2018. La quinta stagione di Agents of S.H.I.E.L.D. si chiude con quello che molti credevano essere il saluto definitivo a Phil. Scampato alla morte già una volta, adesso sembra aver accettato il suo destino e lo vediamo salutare il suo team mentre si appresta a vivere gli ultimi giorni in pace e tranquillità. Ovviamente i fan più tenaci non hanno mai creduto a questa storia, un po’ perché il trailer della sesta stagione sembra raccontare altro, un po’ per semplice attaccamento al personaggio tanto amato.

Il ritorno al cinema

Nonostante la sua assenza pluriennale dal grande schermo e la sorte nefasta a cui sembra sia incorso nella serie tv, presto il nostro Phil Coulson tornerà al cinema. Sarà infatti presente, assieme ad un giovane (e con entrambi gli occhi) Nick Fury in Captain Marvel. Ambientato negli anni 90, il film non presenterà alcun problema di continuity, anzi, ci permetterà sicuramente di scoprire qualcosa in più sul passato degli agenti dello S.H.I.E.L.D. e sulle origini dell’Iniziativa Avengers.

Evangeline LillyLeggi anche: Avengers 4: Phil Coulson al centro di tutto in una nuova teoria

Ma allora, che la presenza di Coulson in Captain Marvel sia un preludio al suo ritorno anche in Avengers: Endgame? Parliamo chiaramente, le sue sorti sembrano ormai segnate. Potremmo dover davvero dire addio a Phil Coulson così come lo conosciamo e potremmo doverlo fare prima di quanto immaginiamo. I Vendicatori non dovrebbero avere lo stesso diritto di farlo, prima che se ne vada per sempre? Per loro Coulson è morto ai tempi del primo Avengers, ma la sua morte ha permesso che tutta la macchina del MCU si mettesse in moto. Con la situazione precaria in cui versano i nostri eroi dopo lo schiocco di Infinity War, non sarebbe plausibile e poetico se il nuovo slancio a combattere arrivasse da colui che ha per primo permesso che tutto accadesse, come a chiudere un cerchio?

Non sarebbe nemmeno troppo strano se succedesse davvero. La quinta stagione di Agents of S.H.I.E.L.D termina in concomitanza con gli eventi di Infinity War, ma la sesta non debutterà prima dell’estate (probabilmente per non dover avere a che fare con gli effetti della Decimazione), lasciando, di fatto, i personaggi in un limbo temporale che potrebbe essere tranquillamente sfruttato dagli sceneggiatori per riportare Coulson al fianco di Tony Stark e soci. Captain Marvel ci suggerisce che ci sono trascorsi tra Carol e Phil. E sappiamo già che la supereroina interpretata da Brie Larson sarà fondamentale per sconfiggere Thanos. Non potrebbe esserlo anche Coulson? Se lo meriterebbe, infondo.

Captain Marvel uscirà il 6 marzo, mentre Avengers: Endgame arriverà il 24 aprile.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments

Gabriele Pati

Cresciuto con libri di cibernetica, insalate di matematica e una massiccia dose di cinema e tv, nel tempo libero studia ingegneria, pratica sport e cerca nuovi modi per conquistare il mondo.

Vanta il poco invidiabile record di essere stato uno dei primi con un account Netflix attivo alla mezzanotte del 22 ottobre 2015.