fbpx
News Tech

Wind Tre cede i vostri dati personali: 600 mila euro di multa

wind tre

Il Garante della privacy ha stabilito che Wind Tre S.p.A. dovrà pagare una sanzione di 600 mila euro per “gravi violazioni della normativa sulla protezione dei dati personali nel corso di attività di marketing telefonico, anche tramite sms”. Risulta inoltre che queste violazioni siano state effettuate prima  del 25 maggio 2018 , ovvero della data di entrata in vigore del GDPR.

Nello specifico il Garante ha riscontrato un trattamento illecito dei dati, derivato principalmente da due violazioni.

Garante privacy wind tre

La prima violazione riguarda le black list, cioè una serie di liste a cui possono iscriversi coloro che non desiderano essere contattati telefonicamente o via SMS a scopi pubblicitari. Wind Tre non ha verificato queste liste e ha continuato a contattare comunque le persone iscritte.

La seconda è legata invece alla continua e sistematica comunicazione dei dati privati dei clienti a terzi.

 “La società infatti aveva erroneamente qualificato la maggior parte dei punti vendita come titolari autonomi, anziché come responsabili del trattamento, incorrendo così in un’illecita comunicazione” – Il Garante

L’autorità ha definito la multa di 600 mila euro sulla base di diversi fattori, tra cui l’aggravante di aver contattato i clienti presenti nelle black list telefonicamente e via SMS. Vi è anche l’attenuante di aver interrotto il comportamento scorretto prima della pronuncia del Garante.

Wind Tre ha proceduto al pagamento della sanzione nei termini previsti.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments