fbpx
Film/Serie Tv News

Liam Neeson rivela di aver pensato ad un omicidio razziale

Liam Neeson shock! Ha pensato di
vendicare un suo conoscente vittima di stupro.

Parole molto forti quelle usate da Liam Neeson durante una recente intervista per promuovere il suo nuovo film, Cold Pursuit (qui in Italia Un Uomo Tranquillo). L’attore nordirlandese ha infatti ricordato un momento della sua vita davvero molto inquietante.

men in black

Neeson ha rivelato al quotidiano britannico Independent di aver voluto commettere un omicidio razziale, dopo aver scoperto che una persona a lui cara è stata vittima di stupro.

“Sono sceso giù in strada con una mazza, sperando che qualcuno si avvicinasse a me. Mi vergogno a dirlo. L’ho fatto per una settimana, forse, sperando che qualche nero bastardo potesse uscire da un pub e mi desse un motivo per ucciderlo.”

L’attore ha poi aggiunto di essere venuto a conoscenza della violenza solo dopo essere tornato a casa da un viaggio all’estero. Non ha rivelato il nome della vittima di stupro, ma ha aggiunto:

“Ha gestito la situazione dello stupro nel modo più straordinario. Le ho chiesto se sapesse chi è stato, ma non lo sapeva. E quando le ho chiesto di che colore era l’aggressore, mi ha risposto che era una persona di colore.”

Neeson ha poi spiegato di aver imparato una lezione importante, ma questo non lo salverà dalla polemica che è già insorta sui social.

Liam Neeson vi aspetta al cinema con Un Uomo Tranquillo, dal 21 febbraio 2019.
Diretta da Hans Petter Moland, la pellicola è un remake di In ordine di sparizione (Kraftidioten).

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments