Dr Commodore
LIVE

La Cina diretta verso il “lato oscuro” della Luna per esplorare lì dove nessuno è mai arrivato

L’agenzia spaziale cinese di Xichang, nel sud ovest del paese, ha dato il via alla missione Chang’e 4, la prima diretta all’esplorazione del lato oscuro della luna in oltre 50 anni di esplorazione spaziale.

La missione nel dettaglio

Nessuno fin’ora si era avventurato in quella parte del nostro satellite naturale, per cui ci penseranno un rover e un lander cinesi a indagare una diversa porzione della luna e a condurre diversi esperimenti. Il lancio è avvenuto alle 19:23 del 7 dicembre, e la missione prevede l’allunaggio nel cratere Von Karman, nel bacino Polo Sud-Aitken, dopo 23 giorni di viaggio.

Una volta che il lander si sarà posato a terra, farà scendere il rover, il quale potrà percorrere l’ampio cratere lunare. La scelta è ricaduta su questo cratere perché, data la profondità, dovrebbe essere possibile poter esplorare il mantello lunare. Le indagini, inoltre, saranno condotte anche sulla possibilità di poter installare telescopi spaziali in quella porzione schermata di luna. L’assenza di interferenze elettromagnetiche dovute alle attività terrestri renderebbero infatti particolarmente indicato quel lato della Luna per osservazioni nelle lunghezze d’onda radio a bassa frequenza.

La missione, oltre che i robot deputati alle analisi, porta con se anche una piccola biosfera protetta contente semi e piante di Arabidopsis, semi di patata e uova di bachi da seta. Saranno svolti test per sondare la possibilità di coltivare sulla luna in vista di una probabile colonizzazione del satellite. 

Le prossime missioni cinesi prevedono l’invio di altri due razzi, Chang’e 5 e Chang’e 6. Il loro scopo sarà prelevare ingenti quantità di materiale lunare sulla e portarlo sulla Terra, così che possa essere analizzato nelle migliori condizioni.

Cosa ne pensate dei progressi della Cina in ambito di esplorazione spaziale? Arriveremo a fare della Luna “un’estensione” della Terra?

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Fonte

Articoli correlati

Dr Commodore

Dr Commodore

Sono Dr Commodore, servono altre presentazioni?

Condividi