fbpx
Approfondimento Film/Serie Tv

#ComMovember – Le 10 barbe più famose di Hollywood

Proseguiamo la celebrazione del ‘Movember’ spostandoci a Hollywood.

Come promesso, torniamo a parlare di barbe. Noi di DrCommodore.it, per aiutare la diffusione dell’evento che la Movember Foundation ha creato nel 2004 per sensibilizzare e raccogliere fondi per la ricerca contro alcune patologie prettamente maschili, abbiamo deciso di fare la nostra parte e di scrivere una serie di articoli per celebrare le barbe.
Dopo il discreto successo riscontrato la scorsa settimana per Le 10 barbe più famose della tv, facciamo tappa a Hollywood per la seconda parte del ComMovember. Vediamo quali sono le 10 barbe più famose viste al cinema!

Alan Garner (The Hangover)

Se la trilogia diretta da Todd Phillips ha riscosso il tanto e meritato successo, lo deve anche al personaggio interpretato da Zach Galifianakis. Senza Alan Garner il film avrebbe preso una piega diversa, ma sicuramente molto meno interessante. È lui infatti il vero motore che spinge il branco (nome scelto proprio da lui per il gruppo) verso le tre folli notti che i tre amici dovranno affrontare tra un film e l’altro.
A causa dei suoi palesi disturbi mentali, Alan è caratterizzato come un bambinone che non pensa alle conseguenze delle sue azioni. La sua folta barba è un elemento che lo contraddistingue, ed è difficile da dimenticare. A patto che tu non abbia preso una dose di roofis.

Jack Sparrow (Pirates of the Caribbean)

Il personaggio più amato del franchise legato ai Pirati dei Caraibi è proprio lui: il Capitano Jack Sparrow.
Interpretato da Johhny Depp tra il 2003 e il 2017, Jack Sparrow è il protagonista della saga piratesca che ad oggi vanta ben cinque film (anche se il sesto e ultimo capitolo è già in cantiere). Il personaggio è diventato ormai un’icona tra tutti i fan della saga e in fiera non mancano mai cosplay a lui dedicati. Per questo motivo pensiamo che la sua particolare barba con pizzetto a due trecce si sia conquistata il diritto di presenziare all’interno della nostra lista.

Pai Mei (Kill Bill)

In realtà la prima apparizione di 白眉 (Pai Mei) risale addirittura al 1977 nel film I distruttori del tempio Shaolin, diretto da Chia-Liang Liu. In quell’occasione il personaggio fu interpretato dall’indonesiano Lieh Lo.
Alcuni decenni dopo, precisamente nel 2004, Tarantino ha deciso di riproporre il personaggio in Kill Bill: Volume 2, durante il quale morirà. In questa trasposizione ad interpretare il monaco è stato Gordon Liu, famoso esperto cinese di arti marziali.
Pai Mei è famoso per i suoi sopracciglioni ed il suo lunghissimo pizzetto bianco.

Charlot – Charlie Chaplin (Kid Auto Races at Venice)

Facciamo un passo indietro. Anzi, un bel po’ di passi indietro. Siamo nel 1914 e il vagabondo interpretato da Charlie Chaplin, qui in italia chiamato Charlot, approda nelle sale americane nel film Charlot Ingombrante.
Charlot è un personaggio buffo, goffo ma comunque di buon cuore.
Oltre al cappello a bombetta nero e il classico bastone accompagnati alla celebre camminata da pinguino, Charlie Chaplin è diventato famosissimo in tutto il mondo anche grazie al suo baffo a spazzolino.

Landonis ‘Lando’ Calrissian (Star Wars)

Introdotto durante il corso del quinto episodio della saga ambientata nella galassia lontana lontana, Lando Calrissian è un amico di vecchia data di Han Solo. Ad interpretare il celebre contrabbandiere spaziale fu Billy Dee Williams, che riprese poi il ruolo come doppiatore nelle serie animate dedicate alla saga.
Recentemente il personaggio “afrospaziale” è tornato nel film del 2018 Solo: A Star Wars Story, nel quale scopriamo qualcosa in più del suo passato. In questo caso Lando è stato interpretato da Donald Glover, che reincarna alla perfezione l’aspetto e il carattere del personaggio.

Gandalf (The Lord of the Rings)

Scrivere di Gandalf che è un personaggio apparso nella saga cinematografica de Il Signore degli Anelli mi sembra parecchio restrittivo, ma stiamo parlando comunque di una lista legata ai personaggi apparsi a Hollywood, per cui prenderemo in considerazione il personaggio portato sul grande schermo da Ian McKellen.
Gandalf ha l’aspetto di un classico vecchio mago saggio con la barba grigia e il cappello a punta. È il personaggio che guida i protagonisti (Bilbo in Lo Hobbit e Frodo durante Il Signore degli Anelli) dell’opera durante il loro viaggio.
Nonostante sia uno dei personaggi più importanti dell’universo fantasy creato da J. R. R. Tolkien, in Italia Gandalf è conosciuto ai più per il doppiaggio-parodia Lo Svarione degli Anelli, nel quale ricopre il ruolo del pusher Ganjalf.

Logan James Howlett – Wolverine (X-Men)

Logan James Howlett è un personaggio dei fumetti appartenente all’universo Marvel. Il mutante creato nel 1974 da Len Wein e dalla matita di Herb Tribe in collaborazione con il leggendario John Romita Sr. è stato portato per la prima volta al cinema nel 2000 grazie al film X-Men prodotto dalla 20th Century FOX, capostipite dell’Universo Cinematografico incentrato sui mutanti della Marvel che vanta ormai undici film tra sequel e spin-off.
Si può dire che Wolverine, interpretato da Hugh Jackman, sia stato il protagonista assoluto della saga fino al 2017, anno nel quale è uscito nelle sale cinematografiche Logan – The Wolverine. Nell’ultimo film della trilogia a lui dedicata, Logan si sacrifica per salvare un gruppo di giovanissimi mutanti.
Più che barba, il personaggio sfoggia due lunghissimi basettoni.

Jeffrey ‘Drugo’ Lebowski (The Big Lebowski)

Il personaggio del Drugo è stato talmente influente che ormai è diventato uno stile di vita. The Big Lebowski dei Fratelli Coen approdò nelle sale americane nel 1998, floppando al botteghino. Eppure, a distanza di 20 anni, il popolo del web ha trasformato un totale insuccesso in un cult da vedere e rivedere. Jeffrey Lebowski, interpretato da Jeff Bridges, incarna lo stile di vita semplice e senza pretese che il personaggio sarà costretto a mettere da parte durante il corso del film poiché uno scagnozzo mafioso gli urina sul tappeto di casa che, a detta sua, dava un tono all’ambiente. Sul personaggio sono stati scritti diversi saggi e, dal 2002, in America ogni anno si svolge in Kentucky il Lebowski Fest.

Anthony Edward ‘Tony’ Stark (Iron Man)

Saremo sinceri. Pensavamo di inserire in questo spazio Stan Lee. Il papà della Marvel ci ha lasciato soltanto due giorni fa, e noi di DrCommodore.it abbiamo infatti deciso di dedicare la giornata di ieri all’uomo che ci ha regalato tantissimi personaggi e storie a fumetti e che è stato protagonista di moltissimi camei al cinema.
E proprio perché l’uomo è già stato omaggiato a dovere, abbiamo deciso di inserire una delle sue creazioni per fare altrettanto con l’artista.
Iron Man, proprio come Wolverine, è un personaggio della Marvel Comics. Nato dalla collaborazione tra Stan Lee, Larry Lieber e Don Heck, il personaggio di Tony Stark interpretato da Robert Downey Jr. è stato portato al cinema nel 2008, aprendo così il filone del Marvel Cinematic Universe che tutti noi conosciamo. Col tempo la faccia di RDJ si è scavata un posto nell’immaginario comune e oggi, a distanza di 10 anni dal primo film di Iron Man, chiunque pensi a Tony Stark se lo immagina proprio con la faccia dell’attore.

V (V for Vendetta)

Prima che la maschera di Salvador Dalì vista nella serie La Casa de Papel invadesse le fiere di fumetti e videogiochi, ci fu la maschera di Guy Fawkes, vera protagonista del film V for Vendetta del 2005, diretto da James McTeigue.
Creato da Alan Moore e David Lloyd, il protagonista del film è una sorta di terrorista anarchico che indossa abiti e mantello neri. Il viso di V è nascosto proprio dalla maschera di Guy Fawkes, che negli anni a venire diventò un vero e proprio simbolo.
La maschera è ora un segno di riconoscimento del famoso gruppo di hacker Anonymous.

BONUS! I non baffi di Henry Cavill (Justice League)

I baffi di Henry Cavill tolti con un miscuglio di trucco e CGI non perfetta nella scena iniziale di Justice League sono stati per settimane fonte inesauribile di meme sui social. Potevamo noi non cogliere?
Pochi mesi prima dell’uscita del film corale DC, la produzione affidò a Joss Whedon il compito di dirigere alcune scene aggiuntive per la pellicola. Henry Cavill, che nel frattempo stava lavorando a Mission Impossible 6, si presentò così sul set con un paio di baffoni che per contratto non poteva tagliare. Il risultato? Giudicate voi.

Commodoriani, che ne pensate di questi personaggi? Fatecelo sapere tra i commenti.
Nel frattempo siete invitati all’ultimo appuntamento del #ComMovember, fissato a mercoledì prossimo con Le 10 barbe italiane più famose.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments