fbpx
Film/Serie Tv Recensione

A Star Is Born – Lo scambio equivalente [NO SPOILER]

Quello che non ti aspetti

A Star Is Born per la prima volta vede alla regia e alla sceneggiatura Bradley Cooper. Il film vede ha protagonisti lo stesso Cooper e la regina del Pop Lady Gaga, che, per la prima volta, interpreta il ruolo della protagonista.

Questo film rappresenta un caso unico e piuttosto raro, infatti non capita spesso che un nello stesso film debutti sia per la prima volta il regista e per la prima l’attrice protagonista. Sopratutto non capita molto spesso che il debutto abbia un buon riscontro sia a livello di critica sia a livello di incassi.

“Shallow”

Il film ha una trama semplice che però per i primi 30 minuti non coinvolge e fa fatica ad ingranare. Tuttavia, superata quella fase la pellicola prende sempre di più, mostrando la nascita della stella, Ally interpretata da Lady Gaga, e la caduta di una stella che ormai non brilla più come un tempo, Jackson Maine interpretato da Bradley Cooper. I 2 sono uniti da un forte sentimento che li porterà poi a mostrare i pregi e i difetti di ciò che comporta essere una star.

Viene sin da subito fare un applauso a Lady Gaga che in questo film non sembra essere, per l’appunto, la cantante Lady Gaga, quanto invece Stefani Joanne Angelina Germanotta. Per una volta ci mostra quello che è, uscendo completamente dal personaggio che ha voluto creare sin da inizio carriera . Spicca fra tutti, fa sfigurare anche lo stesso Bradley Cooper che come detto prima interpreta il ruolo della star ormai caduta in depressione che passa le sue giornate a bere e a drogarsi, che anche quando non beve sembra comunque ubriaco. I due comunque appaiono molto legati, sembra quasi che per loro sia naturale stare insieme, quindi riescono a completarsi l’un l’altro.

La musica fa il suo dovere

Lady Gaga non delude per quanto riguarda l’aspetto musicale. La colonna sonora del film e tutte le musiche presenti all’interno, togliendo ovviamente quelle non originali, sono state composte e cantate da Gaga e Cooper, quest’ultimo dimostratosi all’altezza del ruolo e con doti canore non indifferenti. Una nomination agli Oscar come miglior colonna sonora non è da escludere.

Il lato tecnico a volte lascia a desiderare

Alcune scene soffrono di una regia movimentata, forse anche troppo, che potrebbe far storcere il naso a qualche spettatore. Tolte però un paio di occasioni in cui la camera sembra essere fuori fuoco e le scene troppo mosse di cui sopra, non si notano grossi azzardi e grandi problematiche legate alla regia.

Alla fine…

A Star is Born non è un film per tutti. Se si va a vedere una pellicola come questa si deve essere sicuri che il genere in questione, musicale/drama-sentimentale, sia di proprio gradimento e che si riesca ad apprezzarlo al meglio. Cooper ha dimostrato di essere un buon regista, ovviamente la strada è ancora lunga ma come punto di partenza non è affatto male. I difetti sono presenti e si notano. I tempi tra una battuta e l’altra a volte sono troppo lunghi e il film non ingrana sin da subito, ci vogliono circa 2o/30 minuti. Essendo però un film sperimentale e la prima esperienza per regista e attrice protagonista, ci sentiamo di promuoverlo.

Voto: 7 1/2

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments