fbpx
Smartphone Tech

Xiaomi Mi Max 3 sbarca ufficialmente in Italia

Arriva in Italia Xiaomi Mi Max 3, lo smartphone perfetto per chi non ha paura dei dispositivi molto grandi. Lo schermo ampio, la batteria praticamente infinita e una scheda tecnica di tutto rispetto lo rendono un device adatto a chi ha bisogno di un buono smartphone per il lavoro.
Andiamo a vederlo un po’ più nel dettaglio..

Schermo grande ma maneggevole

La caratteristica iconica di questa linea è l’enorme display. Mi Max 3 ne monta uno da ben 6,9”, quasi come alcuni tablet di qualche anno fa. Nonostante la diagonale enorme, il formato 18:9 e il rapporto screen-to-body dell’85,19% lo rendono solo leggermente più grande rispetto al suo predecessore. Questo significa che, considerata l’ampiezza del display, lo smartphone risulta abbastanza maneggevole. Il pannello posteriore arrotondato e un design che lo rende molto sottile fanno sì che lo smartphone sia utilizzabile con una sola mano, almeno secondo l’azienda.
Staremo a vedere se sarà così, ma sembra che sia stato fatto un ottimo lavoro in questo senso.

La risoluzione è la ormai classica Full HD+ da 2160 x 1080.

Batteria

Forse l’aspetto che interessa di più i professionisti quando acquistano uno smartphone. Chi è fissato con l’autonomia è in una botte di ferro con questo Mi Max 3: la batteria da 5500 mAh permette di arrivare a sera – e ben oltre, probabilmente – con qualsiasi tipo di utilizzo.

Per farvi capire meglio vi portiamo qualche esempio: potrete giocare no-stop per 10 ore consecutive, o guardare video in streaming per 17 ore di fila. I risultati raggiungibili con la musica sono strabilianti: 233 ore di riproduzione continua, quasi 10 giorni!

Se doveste ritrovarvi a secco di batteria (magari vi dimenticate di ricaricarlo visto il tempo che passa tra una carica e l’altra) non vi preoccupate: Mi Max 3 supporta la Quick ChargeTM 3.0 e una ricarica parallela che garantiscono tempi di ricarica bassissimi. Con l’alimentatore in dotazione passerete dallo 0 al 71% in circa un’ora.

Se invece, com’è più probabile, saranno i vostri amici a rimanere a secco, con Mi Max 3 potrete correre in loro soccorso: questo smartphone, infatti, può essere usato anche come una power bank.

AI e Snapdragon 636

Mi Max 3 supporterà l’intelligenza artificiale grazie allo Snapdragon 636, processore con tecnologia a 14 nm. Parlando terra terra, questo significa ottime prestazioni in tutti i contesti (gaming compreso), ben più che sufficienti per l’utente medio e il professionista che cerca un dispositivo reattivo e scattante.

Comparto fotografico di tutto rispetto

Mi Max 3 è dotato di una doppia fotocamera AI di ultima generazione. Il sensore principale, da 12 MP, è in grado di catturare molta luce e di restituire quindi scatti più dettagliati e con meno rumore. La tecnologia Dual Pixel Autofocus permette, come si può intuire dal nome, di velocizzare di molto l’autofocus rispetto al modello precedente, anche in condizioni di scarsa illuminazione.

La fotocamera frontale da 8 MP, invece, pur essendo singola può creare un effetto profondità molto realistico grazie alla modalità AI bokeh. L’abbinamento con una luce soft consente inoltre di scattare selfie migliori. Ultima funzione, ma non per importanza, è il face unlock AI: la fotocamera frontale sarà quindi utilizzabile per sbloccare Mi Max 3 in modo rapido con il proprio volto.

Prezzo

Mi Max 3 è disponibile nella colorazione nera nella configurazione da 4 + 64 GB al prezzo di 329,99€. Si tratta di un ottimo medio di gamma, affidabile e particolarmente adatto a chi desidera un’ottima autonomia. I miglioramenti nel comparto fotografico, inoltre, lo rendono adatto anche per un utilizzo social. Insomma, se non vi spaventano le dimensioni generose, correte nei Mi Store autorizzati, dove il prodotto è già disponibile.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments

Francesco Carletto

Laureato in Economia e Commercio e studente di Marketing Communication, da sempre appassionato di sport e tecnologia, con il pallino della scrittura. Già blogger sportivo, l'inizio dell'avventura come blogger tech mi consente di unire tutte le mie passioni.