fbpx
Curiosità News Tech

Il Giappone sta progettando il primo ascensore spaziale

Andare nello spazio è sempre stato il vostro sogno? Beh, a breve per realizzarlo potrebbe essere sufficiente salire su un ascensore. Si, avete capito bene. In Giappone infatti, la Shizuoka University ha ideato un progetto per costruire dei super ascensori che, partendo da un punto non identificato nell’Oceano Pacifico, permetteranno di raggiungere l’orbita terrestre. Il progetto inizierà la prossima settimana con i primi test.

Il primo step sarà quello di inviare nello spazio due piccoli satelliti che raggiungeranno la ISS (Stazione Spaziale Internazionale) a bordo di un razzo H-B2. A questo punto avverrà il test vero e proprio: i due satelliti saranno uniti da un cavo in acciaio lungo 10 metri, a cui sarà agganciato un pacchetto motorizzato. Quest’ultimo passerà da un satellite all’altro raccogliendo una serie di dati che saranno molto utili nella progettazione del super ascensore. Se i risultati ottenuti in questa fase saranno buoni, si passerà via via a esperimenti su scala più ampia, per cercare di raccogliere tutte le informazioni necessarie.

Lo spazio accessibile per tutti

Per quanto l’idea possa sembrare buffa in un primo momento, l’esperimento sta incuriosendo la comunità scientifica. Se, nonostante tutte le difficoltà, il progetto dovesse essere realizzato, lo spazio diventerebbe accessibile per tutti, rappresentando quindi un grande passo per l’umanità.

Obayashi Corporation, consulente tecnica del progetto, già nel 2014 aveva previsto la messa in produzione di un proprio ascensore spaziale entro il 2050. L’idea dell’azienda è infatti quella di poter viaggiare comodamente fino a una Stazione Spaziale posta 36.000 km sopra la terra. Per farlo saranno necessari cavi in nanotubi di carbonio, indispensabili per coprire l’enorme distanza e per reggere ascensori con una capacità di circa 30 persone. La salita avverrà a una velocità di 200 km/h, un valore incredibile… Ma che forse non sarà sufficiente, in quanto il viaggio durerebbe circa una settimana.

Insomma, le difficoltà sono ovvie e i tempi sono lunghi, ma sarebbe veramente bellissimo, in un futuro, poter raggiungere lo spazio in ascensore. Non ci resta che attendere l’esito dei primi test per capire meglio la fattibilità del progetto.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

Facebook Comments

Francesco Carletto

Laureato in Economia e Commercio e studente di Marketing Communication, da sempre appassionato di sport e tecnologia, con il pallino della scrittura. Già blogger sportivo, l'inizio dell'avventura come blogger tech mi consente di unire tutte le mie passioni.