fbpx
Curiosità

Pagati per mettere le pubblicità sotto le ascelle: in Giappone è realtà!

pubblicità

Qualche tempo fa vi abbiamo parlato delle bizzarre pubblicità giapponesi con protagonisti i personaggi di celebri anime

Questa volta, sempre dal Sol Levante, arriva la notizia di una nuova ed ancora più bizzarra iniziativa pubblicitaria. In che modo? Semplice, con adesivi pubblicitari da piazzare sotto le ascelle.
L’agenzia Wakino Ad Company (waki vuol dire ‘ascella‘ in giapponese) ha pensato bene, vista la numerosissima affluenza nelle metro giapponesi nelle ore di punta, di pagare 10.000 yen all’ora, ovvero 77 euro, delle modelle che si incollino questi manifestini sotto le ascelle.

Le ascelle sono state scelte perché sono la parte del corpo più in mostra quando si è aggrappati alle maniglie della metro. Un bel modo, per una giovane ragazza, per rimediare qualche soldo senza fare nulla di degradante. Il progetto è ancora in fase di sviluppo e ancora non si hanno dati sulla riuscita dell’operazione, ma l’agenzia si dice molto positiva sull’esito.

pubblicità

Non è la prima volta che il corpo viene usato come banner pubblicitario. Un’agenzia londinese aveva fatto tatuare temporaneamente un URL sulle palpebre di alcuni volontari con il compito di ammiccare in giro per la città e la Air New Zealand aveva fatto tatuare il proprio logo sul cranio di alcuni volontari.

Non solo banner e pop-up sui nostri pc e smartphone quindi, adesso anche il guardare una ragazza sulla metro può farvi cadere nella rete del marketing. Ma questa, forse, non è già una strategia che le pubblicità usano ogni giorno su cartelloni pubblicitari o attraverso le pubblicità in TV?

Commodoriani cosa ne pensate di questa iniziativa? Pensate possa essere un modo di fare pubblicità che possa attecchire sul pubblico? Fatecelo sapere nei commenti.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"