fbpx
Breaking News News Videogames

Quantic Dream perde la causa contro l’ex dipendente, ma non finisce qui

Quantic Dream

Quantic Dream perde la causa, ma non c’è ancora un punto fermo

Quantic Dream, lo studio dietro il famoso Detroit: Become Human, ha perso la causa intrapresa tempo addietro contro un ex-impiegato. Per capire la decisione del tribunale, occorre rivedere gli avvenimenti degli ultimi mesi, circa le accuse mosse contro i leader dello studio. La vittima ha lasciato il posto di lavoro a causa di fotomontaggi offensivi, circolati all’interno dello studio. Questi documenti sono venuti alla luce dopo le indagini compiute sul luogo di lavoro. Infatti, avvenimenti di diversi mesi fa hanno portato alla luce un ambiente non ottimale, definito “tossico”, in cui pare si siano sviluppati comportamenti offensivi nei confronti di alcuni dipendenti.

Nello specifico, i leader di Quantic Dream – il celebre David CageGuillaume de Fondaumière – sono stati accusati lo scorso Gennaio di condotta inappropriata, sfruttamento della disponibilità lavorativa dello staff e silenzio volontario su battute, stando a quanto riportato, sessiste e razziste. Esempi di quanto detto sono forniti da un articolo di Canard PC (21/01/2018), nel quale si possono notare montaggi dei volti di alcuni dipendenti su corpi di pornoattrici o di vecchi manifesti di propaganda bellica.

Detroit: Become Human

I dettagli arrivano dal tribunale, spiegati da Nicolas Turcev di Gamekult

Al tempo, David Cage si disse scioccato dalle accuse, e pubblicò un tweet ufficiale tramite l’account dello studio. Come potete leggere nella traduzione riportata qui sopra, David parlò esplicitamente di una campagna di diffamazione messa in piedi contro lo staff e i suoi leader. In seguito a ciò, ricordiamo che Quantic Dream ha tentato di intraprende azioni legali contro le persone della stampa coinvolte nella campagna – appartenenti alle tre maggiori compagnie francesi nell’ambito delle comunicazioni.

Proprio oggi arrivano sviluppi sulla vicenda, provenienti direttamente dalla decisione della Corte. Tramite un tweet di Nicolas Turcev di Gamekult, apprendiamo che Quantic Dream ha appena perso suddetta causa sul lavoro contro uno dei dipendenti. Tuttavia, la situazione non trova un punto fermo, infatti Quantic Dream è ancora in causa con altri dipendenti e con alcuni membri della stampa. Per approfondire la vicenda, vi invitiamo a leggere la dettagliata analisi di Eurogamer circa gli scenari che si aprono a seguito della decisione del tribunale. Inoltre, ricordiamo di recuperare il nostro editoriale riguardo Detroit: Become Human e la necessità di un mercato più articolato.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

 

 

Facebook Comments

Samuele Sanesi

Giocatore da sempre, Game Designer come stile di vita. Caporedattore nel tempo libero (a volte anche in quello occupato). Mangio salutare e bevo tanta acqua, perché i videogiochi tra settanta anni non si giocheranno da soli. Ho predilezione per ogni forma di intrattenimento ludico. Amo la mia città, le tradizioni Italiane e la mia famiglia. Uno dei miei hobby è la critica del Tiramisù. Ho visto navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione.