Dr Commodore
LIVE

Cos’è Itti.bitty: il tool che crea micrositi salvati all’interno dell’URL

Si chiama itty.bitty e permette di creare dei “micrositi” in base all’URL

Nicholas Jitkoff, ex Google designer, ha creato un nuovo strumento che consente di creare dei “micrositi“, i quali esistono solamente come URL. Il sito creato non è hostato da nessuna parte, infatti è tutto compresso in un indirizzo web secondo l’algoritmo Lempel-Ziv-Markov. Jitkoff dice che questo possa ridurre significativamente la dimensione dell’HTML e permette di stamparne il contenuto data la dimensione ridotta. Da qui, i caratteri compressi in codice binario vengono tradotti in una stringa di caratteri con la funziona di un comune URL.

Nicholas Jitkoff

I dati vengono immagazzinati alla fine del link dopo il simbolo #; è inoltre condivisibile tramite codice QR. Secondo Jitkoff, anche questa parte viene mantenuta privata, in quanto un browser Web di solito non invia quel frammento di URL a un server. “Invece, il browser web (di solito) li utilizza per scorrere verso la sezione destra della pagina quando viene caricato”, spiega. Jitkoff non sa ancora cosa farà la gente con la sua creazione, che esiste come progetto open source su Github. È possibile creare il proprio ‘microsito’ tramite itty.bitty.site/ inserendo caratteri testuali, ASCII e addirittura emoji. Il limite di byte dipende dalla piattaforma alla quale si vuole condividere il link. Twitter permette circa 4,000 bytes, mentre la versione MAC di Chrome può accomodare fino a 10,000 bytes.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

Fonte.

Articoli correlati

Dr Commodore

Dr Commodore

Sono Dr Commodore, servono altre presentazioni?

Condividi