fbpx
Videogames

Beyond Skyrim, il progetto per abbattere i confini di TES

Beyond Skyrim

La mod che abbatte i confini: ecco a voi Beyond Skyrim

Mentre viaggiavate per le lande di Skyrim, vi sarà sicuramente venuta questa curiosità: “cosa succede se vado al confine della mappa?”. Sarete sicuramente rimasti delusi dal sapere che non sarebbe successo nulla. Una montagna vi avrebbe sbarrato la strada, impedendovi di proseguire; o, peggio ancora, un muro invisibile avrebbe fermato la vostra voglia di esplorazione e scoperta.

Beyond Skyrim

Certo, il mondo di The Elder Scrolls V: Skyrim è vasto e ricco, ma dopo diverse centinaia di ore di gioco inevitabilmente avrete scoperto e appreso la quasi totalità dei suoi segreti. Tuttavia, se avete amato Skyrim come chi vi sta scrivendo, vi sarete inevitabilmente chiesti: “e se potessimo visitare tutte le regioni di Tamriel?”. TES V: Skyrim è pieno di riferimenti alle altre regioni del continente, alle loro storie, alle loro culture, ai loro pericoli; e così, nasce quasi spontaneo il desiderio di visitare anche Hammerfell, Morrowind, Cyrodiil e molte altre ancora. Ma il gioco, inesorabilmente, presenta dei confini: non possiamo andare “oltre Skyrim”.

Beyond Skyrim

Tuttavia, questo stesso desiderio è nato anche in vari gruppi di abili modder del gioco. Come forse saprete, la versione Pc di Skyrim, sia nella sua versione originale che la Special Edition, ha alle spalle una community di modder incredibilmente estesa; dal 2011, quando Skyrim fu rilasciato, ad oggi, questi soggetti hanno creato una quantità soverchiante di modifiche per il gioco; finendo così per toccare praticamente tutti gli aspetti del titolo. Gli utenti hanno usufruito liberamente di queste creazioni, che talora rasentano la perfezione realizzativa. Così, nel corso degli anni, diversi team di modder hanno deciso di unire le forze, con la specifica missione di “far cadere i confini di Skyrim”: così è nato, appunto, Beyond Skyrim.

La genesi di Beyond Skyrim

Beyond Skyrim non è il primo tentativo di ricreare Tamriel in un The Elder Scrolls. Già in TES III: Morrowind, il progetto Tamriel Rebuilt ha il medesimo obiettivo, e procede tutt’oggi. Un simile tentativo era riscontrabile anche in TES IV: Oblivion, che però è sfortunatamente naufragato. In ogni caso, Beyond Skyrim è attualmente il più riuscito e nello stadio più avanzato, anche grazie alla complessa struttura organizzativa creatasi dietro al proposito iniziale.

Beyond Skyrim

Da quanto possiamo leggere nel sito ufficiale del grande progetto, l’idea dietro quello che oggi è Beyond Skyrim nasce circa due settimane dopo l’uscita del gioco, il 23 Novembre 2011. Inizialmente, lo scopo del progetto era limitato: favorire la collaborazione tra gruppi di modder in modo che non si creassero incompatibilità tra le loro opere. In breve tempo, comunque, la situazione cambiò: alcuni modder si spostarono presso Dark Creations, il mecenate del progetto, per meglio coordinarsi tra di loro. Entro l’inizio del 2013, Dark Creations era diventata la sola casa di Beyond Skyrim.

Beyond Skyrim

I modder, sebbene suddivisi in team ciascuno al lavoro su specifici aspetti, lavorano insieme ormai da più di quattro anni alla eroica missione di Beyond Skyrim, ovvero rendere visitabile e giocabile tutto il continente di Tamriel. L’obiettivo è stato preso tanto sul serio da portare alla decisione nel 2014 di dotare questa “grande famiglia” di una vera e propria Costituzione. Questo documento, consultabile liberamente sul sito, espone i principi fondamentali nonché i criteri organizzativi del progetto, conferendogli una serietà e una dignità impareggiate.

I risultati finora raggiunti

In questi anni di lavoro i modder di Beyond Skyrim non si sono certo girati i pollici, anzi. Sia chiaro che nessuno dei ben sette team attualmente all’opera ha ancora terminato il lavoro; ma i progressi ci sono eccome, a tal punto che la squadra che si occupa di Beyond Skyrim: Cyrodiil ha reso da circa un anno disponibile Beyond Skyrim: Bruma, ad oggi la mod più estesa disponibile per Skyrim. Ecco il video d’annuncio:

Un’opera già enorme così, ma che non è che una prima parte di Beyond Skyrim: Cyrodiil. Per quanto riguarda gli altri team, ciascuno ha una propria sezione dedicata sul sito. Qui è possibile reperire tutto ciò che ciascun gruppo propone, in termini di ambientazioni, contenuto, trama, longevità e altro ancora. Innanzitutto, possiamo conoscere quale parte di Tamriel sta sviluppando ciascun gruppo. Ognuno di essi lavora infatti su una regione, ciascuna con la sua storia, la sua cultura, i suoi biomi, le sue missioni principali e secondarie, i suoi personaggi, i suoi segreti. È un obiettivo letteralmente mastodontico quello di Beyond Skyrim, un intento praticamente senza precedenti nella storia del videogioco.

Beyond Skyrim

Tuttavia, coloro che si sono presi questo incarico sembrano determinati a portarlo a termine; basta seguire i loro social, e in particolare il loro canale YouTubeper accorgersi dei passi avanti fatti finora. Presto potremo così tornare, oltre che alla già citata Cyrodiil, a Morrowind, e scoprire cosa è cambiato da TES III; esplorare Elsweyr, terra del singolare popolo dei khajiiti; affrontare le gelide lande di Atmora, nel profondo Nord; partire per Black Marsh, conosciuta anche come Argonia, patria degli “uomini lucertola”; veleggiare fino alla misteriosa Roscrea, nei mari settentrionali.

Ma non è finita qui: da poco sul suddetto canale Youtube è apparso un nuovo trailer di annuncio. Questa volta è per Beyond Skyrim: Three Kingdoms, la prima parte del progetto Iliac Bay: Tower of Dawn. Three Kingdoms ci porterà ad High Rock, regione dei Bretoni, ed ai aridi deserti di Hammerfell, dove dimorano i fieri Redguard. Da quello che possiamo vedere, stiamo parlando di qualità di realizzazione pari a quella a cui ci ha abituato Bethesda. E non intendiamo realizzazione tecnica, che comunque i modder hanno promesso di migliorare; ci riferiamo alla capacità di costruire ambientazioni immersive, che siano in grado di portare il giocatore veramente in un altro mondo e farlo sentire parte di esso. Ecco a voi il trailer di Three Kingdoms:

Alcune riflessioni finali

È impossibile non rendersi conto della immensa portata di Beyond Skyrim. Questa iniziativa rappresenta per il mondo videoludico un monumento, che testimonia tutto l’amore e la dedizione che una community può offrire ad un videogioco. Un gruppo di fan (perché alla fine è questo che prima di tutto sono i modder) ha deciso di unire le forze per creare qualcosa di grande, per far avverare il sogno di chiunque abbia amato The Elder Scrolls V: Skyrim. Chissà quante difficoltà hanno già superato, e quante ancora ne dovranno superare prima di completare la loro “quest”: abbattere i confini di Skyrim. Tutto anche grazie al supporto di centinaia di altri fan che hanno deciso di supportare il progetto. Beyond Skyrim è l’esempio di come con la passione, la serietà e l’impegno persino degli “amatori” possano arrivare al livello dei creatori stessi dell’opera.

Beyond Skyrim

Se desiderate sapere di più su Beyond Skyrim, vedere artwork, screenshot e altri video di questo “work in progress”, vi invitiamo nuovamente a recarvi sul sito ufficiale. E se per caso siete degli abili modder, o anche scrittori, lì troverete tutte le informazioni per contattare gli sviluppatori; sono sempre in cerca di nuove leve per portare avanti questa fantastica avventura.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

Facebook Comments

Giacomo Franzoso

Nato nel '97, appassionato di videogiochi sin da piccino, da quando mio padre mi regalò un'avventura grafica punta e clicca su Robinson Crusoe per PC. Sono cresciuto a suon di videogiochi Disney (quelli che vendevano col Topolino) e gestionali, ma il mio primo amore videoludico rimarrà sempre la serie di Fallout. Ora studio Giurisprudenza, mentre cerco di allargare i miei orizzonti virtuali. Pretty simple, right?