fbpx
Ps4 Videogames

Kingdom Hearts III: un’attesa destinata a finire?

Un titolo dallo sviluppo eterno

Kingdom Hearts III sicuramente rientra tra i titoli più in attesa dai fan della saga: considerate che si parla di questo titolo dal lontano 2006! I fan ormai sono allo stremo, reduci da diversi rinvii da parte di Square Enix e Disney, di brevi trailer in cui viene mostrato pochissimo, giusto per alimentare l’hype, e di news, conferme o smentite varie rilasciate a intervalli irregolari. In questo speciale tratteremo nello specifico questo capitolo, partendo dagli anni precedenti, fino a scoprire tutto quello confermato al momento e facendo qualche previsione per il futuro di questo titolo.

“Long time ago, back in the 2013…”

Torniamo indietro con la memoria nel 2013, per la precisione durante l’E3: viene finalmente confermato lo sviluppo di Kingdom Hearts 3, dopo diversi anni di dicerie, ipotesi e speculazioni risalenti già dal 2006, dopo la pubblicazione di Kingdom Hearts II Final Mix, con un trailer che mostra spezzoni dei vecchi capitoli con sottofondo la canzone che ha accompagnato questa saga, facendo scendere la lacrimuccia a tutti gli appassionati (me compreso mentre scrivo, sigh).

Oltre agli spezzoni viene mostrato un brevissimo gameplay, con Sora intento a fronteggiare uno sciame di Heartless. Hype a mille, i fan sono entusiasti nonostante si vede poco del gioco, ma quanto basta per non far perdere le speranze.

Sempre lo stesso anno, durante il D23 Expo Japan, viene mostrato un altro gameplay, stavolta incentrato sui combattimenti:

Oltre ai due video in rete girarono diverse informazioni riguardo la data di rilascio, sulla questione che questo Kingdom Hearts sarebbe stato l’ultimo, o se addirittura Square Enix fosse intenzionata a introdurre una funzionalità multiplayer all’interno del gioco! Beh, per quasi tutte queste informazione, non vennero date risposte concrete, tanto da riportare gli appassionati, ancora una volta, a rassegnarsi.

L’unica consolazione fu il rilascio di Kingdom Hearts 1.5 ReMix per celebrare il 10° anniversario della saga. Un occasione per rinfrescarsi la memoria: era possibile giocare al primo capitolo,”Kingdom Hearts Final Mix”, con le aggiunte extra al gioco ai tempi in esclusiva solo per il popolo orientale, oppure provare su console “Kingdom Hearts RE: Chains Of Memories” capitolo in esclusiva su Game Boy Advance che presentava un gameplay modificato, basato sull’utilizzo di carte per eseguire azioni all’interno del gioco. Infine è presente una raccolta di filmati di “Kingdom Hearts 358/2 Days”, in passato esclusiva per il Nintendo DS.

Quattro anni piuttosto piatti…

Se il 2013 portò gioie e dolori, gli anni a seguito non furono migliori: nel 2014 ad esempio KH 3 non venne annunciato nell’E3, ma vi furono diverse notizie interessanti, quali il passaggio dal “Luminous Engine” ad “Unreal Engine 4”, la presenza di nuovi personaggi o mondi (tra questi, spiccavano mondi a tema Star Wars o Marvel!), o che non sarebbe stato un escluvisa PS4, permettendo quindi anche ai possessori di Xbox di giocare al titolo.

Anche stavolta, nessuna conferma per la data di uscita e viene rilasciato una nuova raccolta dei capitoli passati: esce “Kingdom Hearts 2.5 Remix”. Utilizzando la stessa formula del suo predecessore, questa raccolta include “Kingdom Hearts II Final Mix”, anch’esso esclusiva ai tempi in Giappone con nuovi extra, “Kingdom Hearts Birth by Sleep Final Mix”, esclusiva console PSP e infine “Kingdom Hearts Re:Coded”, raccolta di filmati della versione “Coded”.

Il 2015 invece porta con sè un nuovo trailer del gioco durente l’E3, tanto da portare a pensare (o meglio, a illudersi) che durante l’anno verrà confermata la data di uscita del gioco.

Oltre al video, ad alimentare le voci sulla probabile conferma della data di uscita del gioco, fu uno dei doppiatori del gioco, per la precisione il doppiatore di Pippo, che affermò che sarebbe uscito durante l’anno. Oltre al “toto uscita”, vennero pubblicate diverse notizie riguardo i mondi: tra questi fu confermato di Big Hero 6.

Il 2016 è un anno “magro”: tante domande, idee e ipotesi, ma nessuna risposta. Qualche novità riguardo la storia e lo stato dello sviluppo del gioco, ma nulla di più.

Passiamo al 2017 quindi: viene pubblicato “Kingdom Hearts 2.8 Final Chapter Prologue”: a questo giro sono presenti “Kingdom Hearts Dream Drop Distance HD”, versione rimasterizzata del titolo per Nintendo 3DS,”Kingdom Hearts χ Back Cover”, un film in cui vengono mostrate nuovi parti della storia e, infine,”Kingdom Hearts 0.2 Birth by Sleep -A fragmentary passage-“, nel quale vestiremo i panni di Aqua, in cui è anche possibile iniziare a farsi un idea su come sarà il gioco finale.

Si nota come i combattimenti siano cambiati: non basterà più premere all’impazzata il comando di attacco, ma bisognerà sapersi adattare alla situazione, usando le varie abilità a disposizione al momento giusto e studiando più attentamente il nemico. Insomma, le premesse sembrano essere molto buone!

Oltre a questo, durante il D23 Square Enix pubblica un nuovo video, confermando la presenza del mondo di Toy Story nel gioco.

Per il 2018, date un occhiata all’articolo di Carlo D’Alise riguardo i nuovi trailer!

Ricapitolando…

Dopo questo viaggio attraverso il travagliato sviluppo di Kingdom Hearts, facciamo un recap di tutto quello confermato fin’ora

I mondi

Al momento sono confermati i seguenti mondi:

  • Regno di Corona (Rapunzel)
  • San Fransokyo (Big Hero 6)
  • Monte Olimpo
  • Crepuscopoli
  • La Torre Misteriosa (Fantasia)
  • Toy Story
  • Cable Town
  • Monsters & Co.

In diverse interviste con gli sviluppatori è emerso che non saranno presenti molti mondi come in Kingdom Hearts 2, ma hanno rassicurato che le dimensioni di ciascun mondo saranno molto più grandi rispetto al passato.

La storia

A seguito delle vicende di Dream Drop Distance, mentre Re Topolino e Riku si mettono sulle tracce dei precedenti detentori del Keyblade, Sora, Paperino e Pippo sono alla ricerca dei sette guardiani della luce e della “chiave che restituisce i cuori” per poter affrontare Xehanort in una resa dei conti finale volta a ostacolare i suoi piani. Sora, partito da solo in un viaggio per continuare il proprio allenamento per superare l’Esame del simbolo di maestria, è riuscito a passarlo a sua volta. Il gioco riparte quindi dopo gli eventi di Dream Drop Distance e a quanto mostrato nell’epilogo di 0.2 Birth by Sleep, ricollegandosi anche alla storia di Union χ. Il titolo chiuderà la saga di Xehanort con uno scontro finale tra i sette difensori della Luce e i tredici cercatori dell’Oscurità.

Il Gameplay

Il gameplay visto fin’ora è decisamente frenetico e presenta diverse migliorie a meccaniche già presenti nei capitoli precedenti: ad esempio saranno presenti le Fusioni, ma con diverse modifiche che aggiungono trasformazioni anche ai Keyblade, i comandi reazione sono stati sostituiti da comandi situazionali, con l’obiettivo di ridurre i quick time event durante gli scontri.

Ulterioriori modifiche riguardano le invocazioni, che a detta degli sviluppatori sono state migliorate, con l’aggiunta anche dell’Attraction flow, in cui Sora potrà evocare diversi attrazioni dei parchi a tema Disney, e infine novità interessanti riguardo la mobilità di Sora grazie ad un evoluzione del Fluimoto, grazie al “Athletic flow” che permetterà una maggiora interazione con l’ambiente e una maggiore libertà di movimento.

Sono stati riconfermati come nemici gli Heartless e i Nessuno, apportando notevoli modifiche all’ I.A. (apprezzabile, come detto in precedenza, in Kingdom Hearts 0.2 Birth by Sleep -A fragmentary passage-), in cui i nemici sono più agguerriti, attaccando in modo coordinato e permettendo, in base alla situazione, di effettuare azioni speciali: ad esempio Sora potrà saltare sui nemici quando questi hanno le sembianze di veicoli.

E’ giunta l’ora di rivelarvi quali sono le nostre aspettative per questo gioco: come avete letto, lo sviluppo del gioco è stato molto lungo, sospirato, e nell’articolo abbiamo provato a farvi sentire un po’ quel senso di attesa eterno che molti fan hanno avuto (e tutt’ora hanno).

Square Enix, non deluderci.

Le premesse del gioco fin’ora sono tante e promettono bene. Il lungo tempo di sviluppo ha diviso i fan in due: chi è fiducioso e chi invece teme che il gioco non sia all’altezza delle aspettative riservate ad esso, tanto da non uscire nemmeno quest’anno. Ci aspettiamo che questo gioco sia in grado di regalarci un’altra avventura emozionante e coinvolgente come i precedenti capitoli, da imprimersi nella mente per sempre, sia per i personaggi, fuori dai soliti schemi a cui siamo abituati a vederli, sia per i combattimenti frenetici, piene di azioni e di momenti incredibili, sia per la spettacolare colonna sonora che ha accompagnato questa saga. Di tempo ne è passato, e nel mentre sono usciti diversi capitoli per spiegare una storia complessa e avvincente. Ma come ogni storia, bisogna giungere al termine, e Kingdom Hearts 3 potrebbe essere il gran finale degno di una saga che ha accompagnato la carriera videoludica di molti di noi.

Square Enix, per favore, non deluderci.

Continuate a seguirci su drcommodore.it, e non dimenticatevi di passare nel nostro canale Telegram ufficiale o su Discord per parlare con noi. Naturalmente non perdetevi i i nostri video e le nostre dirette su YouTube!

Facebook Comments

Lorenzo Bresciani

Nato nel marzo 1994, all'età di 6 anni provai per la prima volta Wolfenstein 3D: è amore a prima vista, tanto da diventare sempre più appassionato ai videogiochi fino a provare a programmarli per conto mio! Amo qualsiasi genere, ma ho un debole per gli RPG e gli sparatutto!