fbpx
Tech Hardware Recensioni

Recensione monitor Asus MB169C+ – Eleganza e Versatilità

Asus MB169C+

Sempre più aziende espandono i propri confini aumentando il loro catalogo di prodotti e non è da meno Asus che è passata dal produrre esclusivamente schede madri anche alla produzione di monitor grazie ad una collaborazione con TPV Eletronics. In questo articolo andremo ad analizzare uno degli ultimi prodotti di casa Asus, il monitor Asus MB169C+ con un’unica uscita Type-C e progettato per la massima versatilità.

In un design elegante e compatto è racchiuso un display da 15.6″ con le seguenti caratteristiche tecniche:

  • Diagonale da 15.6″ (39 cm);
  • Tecnologia AH-IPS;
  • Risoluzione nativa di 1920×1080 (Full HD);
  • Densità pixel di 141 PPI;
  • Contrasto nativo di 700:1;
  • Luminosità massima di 180 nit;
  • Uscita Type-C sia per l’alimentazione che per il segnale video;

Caratteristiche tutto sommato ottime per un monitor stile “tablet” ma andiamo a scoprirlo assieme nel dettaglio.

Contenuto della confezione

All’interno della confezione troviamo la custodia Asus Smart Case, una busta contenente un cavo USB Type-C 3.1 e  l’immancabile manualistica. Il monitor arriva imballato in una busta di plastica e protetto da due sagome di polistirolo per garantire l’integrità durante il trasporto.

[metaslider id=5045]

Primo impatto del monitor Asus MB169C+

Una volta rimosso dalla confezione si può subito notare l’attenta dedizione ai dettagli da parte di Asus: in particolare il posteriore in alluminio lucidato a specchio con un effetto cangiante che ricalca il design dei prodotti Zen le da un tocco premium di eleganza, impreziosito dalla custodia Smart Case con inserti in pelle.

La custodia è composta principalmente da poliestere con alcuni inserti in pelle e velcro per garantirne la chiusura, la fattura è ottima così come la sensazione dei materiali al tatto. Al suo interno troviamo una fascia elastica che ci permette di mantenere immobile il monitor durante il trasporto, la custodia funge anche da piedistallo stesso grazie alle scanalature presenti e alla sua caratteristica di essere pieghevole.

Il monitor presenta un frontale in materiale plastico con impresso al centro il logo “ASUS” e bordi abbastanza spessi, mentre il posteriore è in alluminio. La fattura delle plastiche è molto buona e sono esenti da scricchiolamenti mentre il posteriore in alluminio trasferisce una sensazione premium ma non ha un buon trattamento oleofobico, quindi tenderà a trattenere molto le impronte.

Sul lato sinistro troviamo il pulsante d’accensione, un bilanciere per poter navigare nell’OSD e un’uscita USB Type-C 3.1 che trasmette sia il segnale video che l’alimentazione stessa. Infatti la caratteristica unica di questo monitor è un’unica connessione per tutto, che permette una miglior versatilità durante l’utilizzo ma non una grande compatibilità al momento, visto che bisognerà dotarsi di un adattatore per poterlo utilizzare su computer dove l’uscita Type-C è assente (come nel nostro caso).

Display, Resa cromatica, OSD

Asus MB169C+ utilizza un pannello AH-IPS prodotto da LG.Display di ottima fattura con una risoluzione massima di 1920×1080. La tecnologia AH-IPS (High Performance In Plane Switching) di LG permette di ottenere un eccellente resa cromatica capace di risaltare al meglio i colori delle immagini, unito a degli ottimi angoli di visione. Una volta acceso tramite il cavo Type-C incluso il monitor rileva automaticamente il segnale video senza alcun intervento da parte dell’utente.

Non essendo in possesso di un colorimetro, strumento che analizza (e calibra) la resa cromatica di un display, abbiamo utilizzato delle immagini ad alta risoluzione che raffigurano diversi scenari tra cui: colori caldi e freddi, colori primari e secondari, contrasti e paesaggi. Di seguito le nostre impressioni:

[metaslider id=5048]

Grazie alla tecnologia IPS il pannello riesce ad avere un eccellente resa cromatica out-of-the-box con colori accesi, non troppo spenti, e contrasti buoni. Gli angoli di visione sono ottimi e non sono presenti distorsioni dei colori, così come i neri ben tarati e non tendenti troppo al grigio.

L’OSD di sistema si attiva pigiando il bilanciere posto sul lato sinistro del monitor dove possiamo fare tutte le nostre regolazioni tra cui luminosità, contrasto, saturazione, e impostare dei profili preimpostati calibrati per certi usi come film, gaming, video, lettura. È presente anche un filtro anti-luce blu regolabile su 5 livelli diversi, ottimo per  affaticare meno la vista durante la lettura.

[metaslider id=5055]

Considerazioni finali

Ricapitolando, il monitor Asus MB169C+ rappresenta una scelta ideale per chi è alla ricerca di un monitor portatile, di qualità e pronto per il futuro grazie all’unica uscita Type-C. Le noti dolenti sono il trattamento olefobico discreto del pannello posteriore, e il prezzo un tantino elevato visto che lo si trova sui 300-320 €. Ringraziamo Asus Italia per averci dato la possibilità di recensire questo prodotto.

Facebook Comments

L'autore

Marco Dotti

Di carattere loquace e colto dal mondo dell'informatica e videogiochi ha coltivato queste passioni per oltre dieci anni, con l'obbiettivo di diffondere le sue conoscenze acquisite e di approfondire altrettante nuove.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!